lunedì 17 giugno 2019
menu
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 1.121 visite
mer 22 mag 2019 17:05 ~ ultimo agg. 23 mag 12:31
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 1.121
Print Friendly, PDF & Email

Nuovo capitolo della vicenda che vede contrapposti il comune di Rimini e i movimenti per la libertà vaccinale. Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia Romagna ha dato ragione all’amministrazione e rigettato l’istanza cautelare proposta da privati contro l’ordinanza sindacale contingibile e urgente sull’inottemperanza agli obblighi vaccinali. Il provvedimento, diventato strutturale dopo l’approvazione in consiglio comunale, prevede sanzioni per chi porta all’asilo bambini non vaccinati.Nel dispositivo, il Tar ha motivato che ‘…nella comparazione dei contrapposti interessi, risulta manifestatamente prevalente la tutela del fondamentale interesse pubblico alla salvaguardia della salute rispetto all’interesse privato fatto valere in giudizio’.

Oltre al rigetto dell’istanza, il Tribunale ha anche condannato i
ricorrenti in solido al pagamento degli onorari del giudizio cautelare a favore del Comune.

Una sentenza importante, non solo per Rimini – è il primo commento dell’amministrazione comunale – perché afferma chiaramente come la tutela della salute venga prima di ogni altra cosa. Un risultato che, crediamo e speriamo, possa finalmente dare certezze al Paese intero”.

Notizie correlate
di Redazione   
intervista a Mirca Renzetti

La Formica al teatro Galli

di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna