mercoledì 22 maggio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
mer 15 mag 2019 16:26
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Nella partita di andata Torino aveva dimostrato tutte le proprie qualità fisiche e tecniche, chiudendo facilmente la pratica nell’ultimo quarto. In questa gara di ritorno i Crabs hanno giocato d’astuzia riuscendo a contenere le penetrazioni piemontesi, ma con ben 11 triple i padroni di casa hanno conquistato il referto rosa.

UNDER 18 ECCELLENZA – SECONDA FASE – SECONDA DI RITORNO
NOVIPIÙ CAMPUS PIEMONTE BASKETBALL-CONAD BASKET RIMINI CRABS 85-67 (25-21, 43-37, 69-51)

Crabs: Rosario Cruz 1 (0/0, 0/1, 1/2), Del Fabbro 5 (2/4, 0/2, 1/2), Veroni 0 (0/1, 0/1, 0/0), Rossi 16 (5/13, 1/4, 3/6), Giorgi 0 (0/0, 0/0, 0/0), Ferrari 4 (2/8, 0/0, 0/0), Mazzotti 19 (5/5, 2/6, 3/4), Tongue 13 (2/2, 1/2, 6/8), Maralossou 5 (1/2, 0/2, 3/4), Montanari 4 (2/3, 0/0, 0/0). All: Maghelli, Luongo.

Il livello della Fase Interzona sale sempre di più e le partite si fanno sempre più complicate. I Crabs hanno dovuto affrontare nuovamente Campus Piemonte, una squadra molto ostica, che fa della fisicità e delle doti tecniche individuali i propri punti di forza.

Pronti via e la partita si fa subito dura, entrambe le formazioni optano per una difesa intensa, i Granchi cercano di mescolare spesso le carte alternando la difesa ad uomo con quella a zona, cercando di complicare le scelte offensive avversarie. Ma con percentuali da capo giro dalla media e dalla lunga distanza sono proprio i giocatori di Torino a chiudere la prima frazione in vantaggio di 4 punti.

Nel secondo quarto la partita continua sugli stessi binari, con i riminesi sempre a dover riconcorrere di qualche punto. Filippo Rossi (16 punti) e Alessio Mazzotti (19 punti) si caricano la squadra sulle spalle e tengono la partita in sostanziale equilibrio, ma ad ogni assalto biancorosso arriva inesorabilmente la risposta piemontese, e all’intervallo lungo il risultato dice -6 Crabs.

Ad inizio ripresa nessuna delle due squadre vuole smettere di lottare, ma la gara si fa sempre più in salita per i Crabs, che verso fine periodo lasciano andare la partita subendo un parziale di 26 a 14.

Nel finale i biancorossi provano a rientrare ancora una volta in partita, ma il break subito a fine terzo quarto è troppo ampio per poter esser ricucito. Nonostante la sconfitta i Granchi tornano a casa vedendo il bicchiere mezzo pieno, consapevoli delle proprie potenzialità e di ciò che fino ad ora sono riusciti a fare.

“È stata una partita molto dura, intensa. Fin da subito Torino ha provato a batterci in uno contro uno, e quando siamo riusciti a prendere le misure e a chiudere gli spazi, ha iniziato a segnare con percentuali altissime da tre punti. Non posso che fare i complimenti a loro, ma noi torniamo a casa con l’esperienza data da una partita di alto livello, dove i ragazzi hanno dimostrato di aver intrapreso il giusto percorso di crescita, entrando in campo con la giusta mentalità e determinazione, anche se alla fine tutto ciò non è bastato” il commento di coach Andrea Maghelli.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna