lunedì 17 giugno 2019
menu
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 23 mag 2019 15:48
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Come tradizione le delegazioni in partenza per i Giochi dei Piccoli Stati e per i Giochi Europei sono salite mercoledì sera a Palazzo per l’Udienza ufficiale concessa dai Capitani Reggenti.

Nella solenne cornice della sala del Consiglio Grande e Generale, introdotti dal Segretario di Stato per lo Sport Marco Podeschi che ha presentato le due squadre alle Loro Eccellenze, gli atleti, i tecnici e i dirigenti impegnati nelle due manifestazioni hanno ricevuto il saluto beneagurante dei Capi di Stato.

Partendo dalla spedizione in Montenegro, il presidente del CONS Gian Primo Giardi ha sottolineato: “Come nel 2015 abbiamo puntato ad una rappresentanza selezionata e, per questo, altamente qualificata che, siamo sicuri, saprà farsi valere su tutti i campi di gara, pur consapevoli del fatto che la concorrenza è sempre più agguerrita”.

Riguardo alla seconda edizione dei Giochi Europei, in programma a Minsk dal 21 al 30 giugno, il numero 1 del Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese ha spiegato come si tratti di “un contesto altamente competitivo, che vedrà San Marino misurarsi con i mostri sacri del continente. Nell’edizione inaugurale a Baku – ha aggiunto –, con le due medaglie conquistate nel tiro a volo, abbiamo dimostrato di poterci sedere a pieno diritto al tavolo dei grandi e non nascondiamo di ambire anche in questa edizione ad un ruolo da protagonisti”.

Giardi ha poi concluso ringraziando Le Loro Eccellenze per l’onore concesso alle delegazioni, il Segretario di Stato allo Sport Marco Podeschi il sostegno, i due capo missione per il lavoro di coordinamento, la struttura CONS, le Federazioni e gli sponsor Cassa di Risparmio di San Marino, Tim San Marino, Tiss’You Care e MrApps per la loro vicinanza e per la sensibilità dimostrata verso il nostro movimento sportivo.

Gli Eccellentissimi Capitani Reggenti Nicola Selva e Michele Muratori hanno sottolineato come “le sfide impegnative che attendono i nostri atleti offriranno loro una straordinaria opportunità di confrontarsi con i migliori atleti dei Paesi partecipanti e di mettere a frutto l’impegno profuso con passione e tenacia nel lungo lavoro di preparazione. Siamo certi che, anche grazie al prezioso e competente apporto dei tecnici e dei dirigenti che saranno al loro fianco, essi sapranno dare il meglio di sé stessi e onorare i più autentici valori che lo sport sa esprimere e incarnare”.

Da parte delle Loro Eccellenze anche un’esortazione: “Al di là dell’aspetto agonistico e delle intense gioie ed emozioni che la competizione sempre riserva a chi con passione ed entusiasmo pratica e segue lo sport – hanno detto rivolgendosi agli atleti – vi invitiamo a vivere pienamente questa preziosa occasione di arricchire il vostro bagaglio culturale ed umano grazie alle importanti opportunità di incontro e di confronto che questi eventi vi offriranno. Un’opportunità cui guardiamo con grande interesse e con la profonda convinzione che lo sport possa contribuire ad abbattere frontiere e a superare differenze, a diffondere sempre più i principi della tolleranza e del rispetto reciproco e a rafforzare la volontà di conoscersi meglio. Ed i Giochi dei Piccoli Stati rappresentano la miglior testimonianza di come anche realtà statuali, dalle esigue dimensioni, possano costituire un esempio e una risorsa per costruire insieme un percorso di sempre maggior collaborazione e unità tra i popoli e Stati d’Europa”.

Dai Capi di Stato, infine, la consegna della bandiera di San Marino a Paolo Persoglia, che la farà sventolare durante la cerimonia d’apertura dei Giochi dei Piccoli Stati di lunedì prossimo, e a Federico Valentini, capo missione ai Giochi Europei di Minsk.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna