lunedì 24 giugno 2019
menu
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 21 mag 2019 17:16 ~ ultimo agg. 17:18
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

È che quel maggio fu il più straordinario, il più affascinante (…), perché chiunque parta col Giro diventa, per un mese, bambino (Anna Maria Ortese).

La nota del sindaco di Riccione, Renata Tosi.

“È ancora negli occhi di tutti la splendida festa a cui abbiamo partecipato domenica grazie al Giro d’Italia, un tripudio di colori, gioia, sport e adrenalina, migliaia di persone che hanno vissuto insieme questo grande rito collettivo, usciti di casa a piedi o in bicicletta con cappellini e bandierine o partiti da lontano, da ogni parte del mondo per essere qui a Riccione protagonisti di un unico meraviglioso palcoscenico.

La città ha risposto con tutto il suo entusiasmo a una cronometro impegnativa, che ha regalato, dal mare a San Marino emozioni e sorprese, e ha raccontato Riccione e il suo territorio a tutto il pianeta. Bellissime le immagini del tracciato dall’alto, migliaia le foto postate su Instagram, Facebook, infiniti i like e le condivisioni. E ancora una volta sono emersi i nostri tratti identitari e hanno avuto un ruolo fondamentale: la nostra accoglienza, la nostra ospitalità speciale ha vinto di nuovo. L’abbiamo letto nei visi delle migliaia di persone che hanno affollato villaggio e percorso, ascoltato nei commenti degli speaker, degli addetti ai lavori, degli organizzatori, delle squadre che per due giorni si sono fermate qui.

È stato bellissimo lunedì vedere, finalmente in pieno sole, i grandi campioni pedalare per Riccione, fermarsi a rinfrescarsi nei chioschi sulla spiaggia, godere nel giorno di riposo del lungomare, dei tifosi, della città. Ho già sottolineato il grande lavoro delle Forze dell’ordine, degli agenti della polizia municipale, dei volontari.

Vorrei cogliere l’occasione oggi per ringraziare tutto il mondo dell’accoglienza riccionese, dagli albergatori ai commercianti, dai fantastici bagnini ai produttori locali ai comitati, ognuno di loro ha rappresentato un tassello prezioso per comporre un mosaico perfetto per il nostro racconto. Un ringraziamento necessario va anche ai servizi ambiente, sport, turismo del Comune di Riccione, a Hera e a Geat che ci hanno supportato più che mai per la riuscita di un evento così complesso.

La macchina organizzativa ha funzionato molto bene ed è pronta ad accogliere nello stesso modo i prossimi appuntamenti con il ciclismo internazionale che ci aspettano a breve. A metà giugno avremmo infatti la Ride Riccione Week, un’intera settimana dedicata al mondo della bici, al cui interno spiccano il prologo e la partenza del Giro d’Italia Under 23 e la Ride Riccione, una gran fondo completamente rinnovata”.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna