lunedì 16 dicembre 2019
menu
Rimini secondo TRE

Giovedì 16 maggio la presentazione del libro fotografico "La zona rossa" di Marco Della Pasqua

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 11 mag 2019 08:43
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì 16 maggio alle ore 21:00 presso la Cineteca del Comune di Rimini, a palazzo Gambalunga, la presentazione del libro fotografico “La zona rossa” di Marco Della Pasqua sulle terre di Arquata del Tronto dopo il terremoto del 2016.

Marco Della Pasqua, romagnolo doc, 58 anni, di Roncofreddo (FC), nella vita professionale è contitolare di uno studio di architettura a Gatteo. Appassionato di fotografia ha prodotto lavori di sicuro interesse fin dall’età di vent’anni. Oltre alla presenza sui social media, ha esposto negli ultimi anni personali incentrate sulle terre di Romagna, partecipando ed ottenendo riscontri di merito anche in alcuni concorsi nazionali. Ultimamente ha esteso il suo interesse alla ripresa di avvenimenti pubblici, (sportivi, spettacolo, moda, aziendali) cercando e riuscendo, ogni volta, a dare una impronta personale e riconoscibile alle sue fotografie., È divenuto amico di Rimini secondo TRE nel corso dell’edizione d’apertura dello scorso anno ed è un onore sostenere la diffusione di questo libro di così elevata valenza sociale.

Il nostro paese così profondamente segnato da eventi tragici, sia di origine casuale che figli di errori madornali che paghiamo ogni giorno nell’intero territorio nazionale ci impone di mantenere viva l’attenzione sulle ferite profonde di terre, cose e persone e ci chiede di vigilare attivamente fino alla completa e definitiva guarigione di tutte.

Marco Della Pasqua concepì l’idea di questo libro fotografico nel gennaio 2017, dialogando con l’amico Gigi Contardi il cui gruppo stava realizzando, in modo esemplare opere di volontariato, a favore della popolazione di
Arquata del Tronto. Con le dovute autorizzazioni, ha vissuto all’interno delle “Zone Rosse”, intercluse ai più ad eccezione di Vigili del Fuoco e militari dell’Esercito, accanto a persone eccezionali impegnate a gestire l’emergenza. È il racconto di un mondo silenzioso, da dove la gente è fuggita in fretta lasciando ogni cosa, dove le macerie hanno preso il posto delle case, delle strade, delle chiese. È un omaggio a chi sotto le macerie ha lasciato la propria vita, ed a quelli che al loro posto vorrebbero ricostruirla.

La prima edizione del libro si esaurì in pochi mesi; questa seconda edizione non è una semplice ristampa, ma contiene nuove immagini scattate nel 2018 e la sostituzione di alcune precedenti; pochi ritocchi significativi che lasciano intatto il carico emotivo in un documento che vuole restare testimonianza del dopo terremoto nelle terre di Arquata e che sia aiuto e memoria.

Altre notizie
Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna