mercoledì 19 giugno 2019
menu
In foto: San Marino,stadio di Fiorentino finale Supercoppa Sammarinese La Fiorita Vs Tre Penne
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
dom 5 mag 2019 19:27 ~ ultimo agg. 22:20
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

Ritorno quarti di finale play-off Campionato Sammarinese
Folgore-Tre Penne 1-1

IL TABELLINO
Folgore (4-2-3-1): Bicchiarelli; Sartori, Brolli (16’ st Lessi), Bossa, Luca Rossi (23’ st Semeraro); Sacco (16’ st Aluigi), Bezzi; Nucci, Dormi, Bernardi; Badalassi. A disp.: Venturini, Serafini, Innocenti, Venerucci. All.: Oscar Lasagni.

Tre Penne (4-2-3-1): Migani; Cesarini, Fraternali, Genestreti, Merendino; Chiaruzzi (10’ st Gasperoni), Patregnani; Palazzi (21’ pt Cibelli), Gai, Ceccaroli (28’ st Ura); Angelini. A disp.: Lanzoni, Andrea Rossi, Calzolari, Santini.

Arbitro: Scarpino.
Assistenti: Lunardon e G. De Girolamo.
4° Ufficiale: Ascari.

Ammoniti: 10’ pt Genestreti (TP), 40’ pt Luca Rossi (F), 6’ st Bossa (F), 20’ st Migani (TP), 30’ st Semeraro (F).

Marcatori: 6’ pt Gai, 8’ pt Badalassi.

COMMENTO
Tra Folgore e Tre Penne in 90’ ci si gioca l’accesso alle semifinale di Campionato Sammarinese. L’andata ha visto uscire vittorioso il Tre Penne grazie al rigore trasformato da Michael Angelini, per via di questo risultato la Folgore ha solo un obiettivo per cercare di passare: la vittoria. Il match inizia nella maniera giusta per i ragazzi di Stefano Ceci che dopo appena 6’ trovano il gol del vantaggio grazie all’azione in solitaria di Nicola Gai che entra in area ed incrocia con un diagonale preciso, il quale si insacca alle spalle di Bicchiarelli. Nemmeno il tempo di riprendere il gioco che la Folgore trova il pari con Badalassi che trova lo spazio per girarsi e lascia partire una conclusione che s’insacca in rete.

I biancazzurri di Città vogliono il vantaggio e si rendono pericolosi con il tiro di Mirko Palazzi di sinistro che costringe l’estremo difensore avversario ad allungarsi e deviare in corner. Verso la mezzora Genestreti perde palla, Nucci entra in area di rigore e prova ad incrociare ma il tiro termina a lato. Pochi istanti più tardi Ceccaroli scambia con Gai, il quale supera la difesa e si ritrova davanti a Bicchiarelli: il numero 8 sbaglia incredibilmente cercando più la potenza che la precisione.

Nella ripresa il ritmo cala, con il Tre Penne che cerca di fare il gioco e cercare spazi nella retroguardia avversaria: Gai lancia Ceccaroli che calcia di destro, ma finisce di poco a lato. Dormi prova a farsi vedere al 15’, prende il pallone e si accentra lasciando partire una conclusione potente dalla distanza che termina dritta tra le braccia di Migani. L’ingresso di Raul Ura al 28’ è un chiaro segnale da parte di mister Ceci che vuole vincerla: sponda di Angelini per la botta dell’ex Virtus, parata in stile futsal di Bicchiarelli che mantiene in gara la Folgore. Con Semeraro, i giallorossoneri si sbilanciano e per la compagine di Città ha grandi praterie per ripartire: al 4’ di recupero Ura calcia di sinistro, ancora una volta il numero uno avversario respinge. L’ultima istantanea della sfida è il palo colpito da Raul Ura al 50’ che non lascia più speranze alla Folgore poiché sul rinvio arriva il triplice fischio che sancisce la fine della gara. Il verdetto della doppia sfida parla chiaro: il Tre Penne avanza in semifinale dove affronterà il Tre Fiori.

POST PARTITA. Quattordici gol in campionato, fascia da capitano salda tra le sue braccia in assenza di Alex Gasperoni e personalità: Nicola Gai il migliore in campo di Tre Penne-Folgore. “Abbiamo giocato un’ottima
partita cercando di vincerla senza pensare ai possibili risultati a favore – debutta così il numero 8 biancazzurro -. Sono molto contento del gol, io e i miei compagni lavoriamo da più di un anno per essere qui tra le migliori quattro del campionato e lottare per il titolo.”

Un primo tempo in cui il Tre Penne ha cercato a più riprese il gol del 2-1, mentre una ripresa giocata meglio
negli ultimi minuti nei quali la Folgore si era scoperta alla ricerca del vantaggio: “Oggi per noi era una sfida fondamentale, abbiamo disputato un match da Tre Penne attaccando continuamente e interpretandola nel modo giusto. Sapevamo che sarebbe stato difficile contro di loro, sono una buona squadra. Quello che conta è il fatto di essere passati e continuare il nostro cammino.”

I prossimi avversari saranno i freschi vincitori della Coppa Titano, ovvero il Tre Fiori: “Ci aspettano altre due
partite difficilissime, ora sarà importante per noi recuperare le energie e allenarci nel migliore dei modi.”

Ufficio stampa SP Tre Penne
Matteo Pascucci

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna