martedì 19 novembre 2019
menu
I numeri 2018

Credito in difficoltà. Per la prima volta i depositi superano i prestiti

In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 14 mag 2019 12:59 ~ ultimo agg. 13:24
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sono 665 le imprese attive nel settore dei servizi finanziari in provincia di Rimini (poco meno del 2% del totale di quelle attive). Un numero, rileva il Focus della Camera di commercio della Romagna, in crescita nonostante il deciso calo dell’11,2% degli sportelli bancari (231 in totale). A preoccupare però è la contrazione del credito: nel 2018 i prestiti totali sono stati pari a 8.848 milioni, il 5% in meno del 2017 con un calo doppio rispetto a quello nazionale. Numeri negativi sui quali pesa il forte calo dei prestiti alle imprese, -6,5%. Più contenuta invece la contrazione dei prestiti alle famiglie (-2,3%). Crescono invece i depositi bancari, 9.328 milioni di euro a fine 2018 per un incremento del 2,9% superiore a quello regionale e nazionale. Per la prima volta i depositi hanno superato il livello dei prestiti. Ampliando la lettura al medio periodo, il dato del credito appare impietoso: dal 2013 i prestiti sono diminuiti del 22,6% a fronte di un aumento dei depositi del 25,2.
Per guardare il bicchiere “mezzo pieno” meglio spostarsi sulle dinamiche del credito al consumo che ha visto nel 2018 in provincia un incremento del 10,5% (527 milioni di euro al 30 settembre). Anche in questo caso si tratta di un aumento più consistente di quello regionale e nazionale.
Buone notizie arrivano, infine, sul fronte delle sofferenze bancarie: -41,3% annuo, anche se rimane alto il tasso di rischio del credito con un rapporto tra sofferenze e prestiti del 9,6% contro il 7,8 dell’Emilia Romagna e il 6 dell’Italia. In calo anche il numero dei clienti a cui è stato concesso un fido (4.577 unità, -24,4%).

Altre notizie
di Andrea Polazzi
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna