sabato 20 luglio 2019
menu
In foto: Gianpaolo Raschi sarà uno degli chef presenti all'evento
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 21 mag 2019 16:32
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

La poetica carovana dei cuochi sognatori si rimette in marcia e apparecchia il “viaggio dei sensi” atto secondo. Dopo l’anno zero del 2018, Visit Romagna in collaborazione con i Comuni e la Brigata del diavolo capitanata da Fausto Fratti, lancia l’anteprima di Romagna Osteria edizione 2019 che riapre le sue porte per la prima vera stagione annuale su cui verranno tolti i veli a fine mese nella superba cornice del recuperato Teatro Galli.

Come dodici mesi fa, il calendario sarà preceduto da una suggestiva anteprima, un evento rampa di lancio per immergersi nello spirito di un’esperienza che appaga ogni senso coniugando paesaggio, storia, cultura e abilità di oltre 20 fra i migliori cuochi della Romagna. E se nel 2018 si partì sospesi fra le nuvole dell’antica Scorticata, cenando fra le sue rovine con lo sguardo a perdersi rapito fra il mare e l’entroterra, venerdì 24 maggio sarà invece il bagnasciuga dell’Adriatico a tenere a battesimo i primi viandanti. L’appuntamento è alla Colonia Bolognese di Miramare per una sorta di viaggio dei sensi a ritroso nel tempo alla riscoperta di un luogo che ha fatto la storia di Rimini e dell’intera Romagna. Non a caso, prendendo in prestito il titolo di un film del maestro Ettore Scola, l’ouverture è stata ribattezzata “Una giornata particolare” e vanta la collaborazione dell’associazione Il Palloncino Rosso che sta recuperando e valorizzando il luogo della memoria con una serie di iniziative e suggestioni.

Una “giornata particolare” in una struttura del 1932, ma ambientata nella seconda metà del secolo scorso, quando la Colonia nascondeva, intrecciava e raccontava mille storie mettendo a contatto in Riviera famiglie e bambini di tutta Italia. Un mondo che sarà raccontato per immagini, parole e musiche grazie al contributo di Italia Nostra e dell’Ordine degli Architetti. E per piatti unici che
profumano di mare, iodio e salsedine realizzati solo per l’occasione da Riccardo Agostini (Il Piastrino, Pennabilli), Gianpaolo Raschi (Guido, Rimini), Paolo Bissaro (La Canonica, Casteldimezzo), Luigi Sartini (La Taverna Righi, San Marino) e Paolo Teverini (Hotel Tosco Romagnolo – Ristorante Teverini, Bagno di Romagna).

Il programma. Si parte alle 18 con la visita alla mostra “Colonie Marine, ipotesi per la conoscenza e la tutela del patrimonio storico e architettonico del moderno”, poi alle 18:30 si prosegue con l’illustrazione e commento alla mostra del curatore Massimo Bottini, Letture di Paola Russo dalla ricerca “Storie di Colonia. Racconti d’estate dalla Bolognese 1932-1977”. Alle 20 aperitivo e dalle 20.30 la cena, accompagnata dagli interventi musicali del Trio RosaMundana con la voce di Liana Mussoni, Fabrizio Flisi al pianoforte e Tiziano Paganelli alla fisarmonica e flauti.

La cena. Marinara di Vongole (Gianpaolo Raschi, Ristorante Guido Rimini), polpo arrostito con lumachine, pistacchio e salicornia (Luigi Sartini, Ristorante La Taverna Di Righi – San Marino Città), cappelletti di piselli in brodo di seppia e acacia (Riccardo Agostini, Ristorante Il Piastrino), risotto al brodo di paganelli, stridoli, ostriche e prugnoli (Agostini e Raschi insieme), tonno alletterato alla brace, emulsione di canocchie, liscari, limone (Paolo Bissaro, Ristorante La Canonica), tortino di pomodoro e rose, cioccolato bianco e sorbetto al basilico (Paolo Teverini, Hotel Tosco Romagnolo – Ristorante Paolo Teverini).

Per info e prenotazioni: info@brigatadeldiavolo.com | 3290174886

Notizie correlate
Una questione delicata

Legge o coscienza?

di Andrea Turchini   
di Icaro Sport   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna