sabato 7 dicembre 2019
menu
Basket Giovanile

Seconda giornata positiva per l'Emilia Romagna a Trofeo delle Regioni

In foto: Galantini
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
ven 19 apr 2019 19:07 ~ ultimo agg. 19:23
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Print Friendly, PDF & Email

Nessuna sorpresa nella seconda giornata del Trofeo delle Regioni, manifestazione riservata a selezioni regionali Under 14 maschile e Under 15 femminile e che è in corso di svolgimento nella provincia di Parma con l’appendice di Fiorenzuola d’Arda.

I ragazzi hanno sconfitto la Sardegna pur senza brillare come nell’esordio e domani si giocheranno l’accesso alle semifinali contro l’imbattuta Campania. Appuntamento al PalaSalso, ingresso gratuito, alle ore 15. La gara sarà anche in streaming video sulla pagina Facebook www.facebook.com/fip.crer.

Le ragazze, invece, hanno demolito il Molise e domani (palla a due ore 17), alla palestra Gerini, sempre a Salsomaggiore, s’incroceranno, per i quarti di finale, con l’ostica Campania.

UNDER 14 MASCHILE
EMILIA ROMAGNA-SARDEGNA 86-75 (20-21; 42-40; 64-56)

Emilia Romagna: Bonfè (Insegnare BK RN), Ramponi (San Giorgio di Piano) 6, Agnesini (Reggiana), Cappiello (Reggiana), Gregori (Junior RA) 20, Ciobanu (Virtus BO), Macaru (insegnare BK RN) 2, Codeluppi (Sorbolo) 4, Galantini (San Giorgio di Piano) 20, Bellini (Junior RA) 6, Franceschi (Virtus BO) 28, Caramella (Artusiana Forlimpopoli). All. Brochetto.

Sardegna: Loi, Mele 3, Motzo 4, Basoli 33, Simula 6, Foddai, Pisano 19, Cammisano, Giua 8, Zedda 2, Fancello, Corsi. All. Pintonello.

L’Emilia Romagna fa il bis davanti al suo pubblico. È una bella partita, intensa e fortemente voluta da entrambe le formazioni. Da una parte, la squadra biancorossa è molto brava a piazzare parziali veloci e decisivi, dall’altra, la formazione sarda lotta tenacemente sino alla fine e dà parecchio filo da torcere alla squadra di casa che, però, nel finale gestisce molto bene il vantaggio e si garantisce la vittoria finale. La Sardegna parte fortissimo e si porta subito in vantaggio a causa di due palle rubate ai danni della squadra di coach Brochetto. L’Emilia Romagna risponde con la tripla di Franceschi che porta in vantaggio la formazione casalinga sul 6-4 al 3’. È un primo quarto molto equilibrato dove entrambe le formazioni sono aggressive in difesa e mettono intensità in fase offensiva. La prima frazione di gioco si chiude con il canestro sulla sirena di Giua, che regala il vantaggio agli isolani (20-21). Nel secondo periodo, la partita continua ad essere molto combattuta, un canestro da una parte e la risposta dall’altra. Un break dell’ Emilia Romagna, con i canestri di Galantini e Ramponi, obbliga coach Pintonello a chiamare il suo primo time out. La formazione di casa tenta una fuga con le ottime giocate di Galantini e Franceschi che regalano il +10 al 14’, obbligando il coach avversario, ancora una volta, a ricorrere al minuto di sospensione. Ma ecco che al 28’ la i sardi rubano due palloni a metà campo e Basoli segna, con fallo, il -4. La Sardegna chiude, così, a -2 all’intervallo lungo (42-40). Alla ripresa, l’Emilia Romagna parte forte con un parziale di 6-0 firmato da Franceschi e Bellini, che costringono al time out la squadra isolana, 48-40 al 22’. La formazione di casa è onfire, ruba palle, segna in contropiede, stoppa i tiri in difesa e si porta al massimo vantaggio, +15, al 25’. La squadra di coach Pintonello non ci sta ad arrendersi senza lottare e piazza un controparziale di 8-0, con la bomba dall’ angolo di Pisano, letale, e il canestro di Zedda del -7, al 28’. Nell’ ultimo periodo i sardi partono forte con la penetrazione di Basoli, ma la formazione di casa piazza il solito parziale di 6-0 e riprende le redini della gara. Al 36’ l’Emilia Romagna conduce 80-71. La Sardegna, come al solito, però, reagisce e torna con il fiato sul collo alla formazione di casa, grazie ad una prova devastante di Basoli che insacca un’altra tripla. Nel finale, l’Emilia Romagna è brava nel gestire con la testa il vantaggio e a chiudere sull’86-75.

UNDER 15 FEMMINILE
EMILIA ROMAGNA-MOLISE 85-21 (23-6; 38-10; 56-17)

Emilia Romagna: Palmieri (Piumazzo) 11, Cappellotto (Bsl San Lazzaro) 13, Musiari (Cus Parma) 3, Ferrari (Valtarese 2000) 8, Roveroni (Bsl San Lazzaro) 12, Nonni (Val d’Arda Fiorenzuola) 4, Razzoli (Vico Basket), Calanca (Academy Mirabello) 2, Colli (Bsl San Lazzaro) 12, Quagnese (Calendasco), Meglioli (Boiardo) 4, Zanetti (Bsl San Lazzaro) 16. All. Casadio.

Le padrone di casa segnano da subito con Zanetti dall’angolo e con Colli che porta al referto 5 punti. Più volte si colpisce in contropiede, mentre per il Molise segnano Mendozzi e Massarella (2+1). Il tiro libero del Molise conclude il quarto che vede l’Emilia Romagna in vantaggio di 17: 23-6. Nella seconda frazione, Falbo per il Molise aiuta le compagne e segna 4 punti, mentre la difesa aggressiva permette di non far segnare le avversarie emiliane della coach Casadio, che restano bloccate a 25 fino al minuto chiamato dalla stessa allenatrice. I successivi canestri vengono realizzati da Ferrari e Colli. Le ragazze del Molise non trovano più punti e restano inchiodate sempre allo stesso punteggio sino alla fine del quarto: 38-10. Dopo un lungo periodo senza punti, il Molise realizza 7 punti in due soli minuti (28’), firmati Falbo e Pitardi. Le ragazze biancorosse, invece, segnano trovando soluzioni facili dopo molti passaggi. Cappellotto realizza 6 punti, mentre Musiari e Nonni si trovano da sole in contropiede. Il quarto si conclude sul 56-17. Nell’ultima frazione l’Emilia Romagna cavalca l’onda e aumenta cospicuamente il vantaggio, metà del quale realizzato in contropiede. Roveroni segna dal gomito 4 punti e Palmieri recupera parecchi palloni. Il Molise realizza solamente 4 punti, sempre col capitano Falbo e la partita termina 85-21.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna