mercoledì 22 maggio 2019
di Lamberto Abbati   
lettura: 2 minuti 1.625 visite
sab 20 apr 2019 14:33 ~ ultimo agg. 21 apr 21:32
Print Friendly, PDF & Email
2 min 1.625
Print Friendly, PDF & Email

Rimandata a sorpresa l’inaugurazione di Dinner in the sky, la ristopiattaforma che permette di mangiare sospesi a 50 metri d’altezza, che sarebbe dovuta avvenire questa mattina alle 12.30 alla Sunset Beach Arena di Cattolica. Colpa – fanno sapere dal Comune, che ha patrocinato l’evento – della mancanza di alcuni documenti, in assenza dei quali la commissione di vigilanza provinciale (composta dal sindaco, dal comandante della polizia municipale, dal dirigente dell’Asl e dal comandante dei vigili del fuoco) non ha rilasciato la necessaria autorizzazione. Motivi burocratici, quindi, dietro l’improvviso stop. E’ probabile che tutto possa essere sistemato entro mercoledì. L’organizzazione, nel frattempo, ha provveduto ad avvisare coloro che avevano prenotato pranzi, aperitivi e cene ad alta quota. I clienti a questo punto verranno rimborsati, come accaduto questa mattina ai tre turisti bolognesi che avrebbero dovuto partecipare all’inaugurazione. In alternativa, in base alla disponibilità dei vari chef, sarà possibile programmare l’esperienza in altra data.

Il sindaco di Cattolica Mariano Gennari ha spiegato: “Il tipo di attrazione, unica in Italia, ieri ha portato la commissione di vigilanza a richiedere un’integrazione della documentazione che non è stato possibile produrre in tempo per l’inaugurazione. Nel mondo ci sono già 80 piattaforme come questa che si alzano a 50 metri, ma si sa che in Italia è tutto più complesso. Ad esempio la nostra legislazione non prevede che le gru possano trasportare persone, quindi è necessaria una deroga. La documentazione che mancava è arrivata nella notte tra venerdì e sabato, ma la commissione, giustamente, si è presa del tempo per analizzarla. Per mercoledì non dovrebbero esserci sorprese”. Mariani, poi, si è detto disponibile a prolungare il periodo di durata dell’evento oltre il 5 maggio, così come richiesto da Stefano Burotti, l’imprenditore concessionario esclusivo dell’evento per l’Italia.

Nel pomeriggio, circa tre ore dopo la mancata inaugurazione, è apparso un post sulla pagina Facebook di Dinner in The sky Italia per fare chiarezza su quanto accaduto: “L’unicità dell’attrazione, essendo per la prima volta in Italia, ha portato alcune autorità a richiederci approfondimenti e documentazioni complesse con tempi tecnici/burocratici incomprimibili che hanno pregiudicato l’inaugurazione di oggi. Fino a pochi minuti prima del taglio del nastro si è sperato di riuscire a salire come da programma. Per i motivi sopra descritti tutto verrà spostato, l’obiettivo è quello di mercoledì. Slittamento temporale che deriva anche dalla coincidenza con le festività. Attualmente sono circa 80 le piattaforme nel mondo che si alzano, rimandare di qualche giorno servirà per perfezionare tutti gli adempimenti necessari e poter partire con Dinner in the sky in Italia con lo stesso successo che sta avendo altrove. Un ringraziamento particolare va all’amministrazione di Cattolica ed ai suoi funzionari, che si sono resi disponibili e dimostrati professionali al di là di ogni aspettativa. Ogni persona che ha prenotato troverà piena disponibilità nel rimborso o nello spostamento della data per partecipare a Dinner in the sky Italia“.

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna