martedì 23 aprile 2019
i sindacati vicini all'azienda

Il Comune impone un nuovo stop a Rovereta

di Redazione   
lettura: 2 minuti 1.356 visite
sab 6 apr 2019 13:59 ~ ultimo agg. 7 apr 14:11
Print Friendly, PDF & Email
2 min 1.356
Print Friendly, PDF & Email

Questa volta è il Comune di Coriano a imporre un nuovo stop a Rovereta per presunte non conformità edilizie. “Le organizzazioni sindacali Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, insieme alle rappresentanze sindacali unitarie di Petroltecnica e di Rovereta – si legge nella nota diramata dai sindacati – esprimono la massima preoccupazione per quanto avvenuto ieri e per le drammatiche conseguenze che avrà per le centinaia di lavoratrici e lavoratori di entrambe le aziende”.

Le vicende che coinvolgono la Rovereta sono note sin dall’inizio, quando il 19 febbraio scorso era stato posto sotto sequestro una parte dell’impianto. Sequestro contro cui aveva ricorso l’azienda, ottenendo immediatamente il dissequestro con prescrizioni, a cui stavano lavorando e che erano ormai ultimate. Ieri il tribunale del Riesame aveva giudicato inammissibile il ricorso che aveva avanzato il pm conto il dissequestro. Notizia appresa dai vertici e dai dipendenti di Rovereta con l’immaginabile sollievo, dopo mesi di incertezze e preoccupazioni per il loro futuro lavorativo.

Sempre ieri, Fim, Fiom e Uilm hanno incontrato lavoratrici e lavoratori in assemblea, convocata per definire un accordo tra gli stessi che in maniera solidale avevano deciso di mettere in comune  alcune delle proprie ore di permessi, costituendo così un ‘fondo ferie’ a disposizione di tutti, in modo da non rimanere a casa senza stipendio, in attesa del tempo necessario per il ripristino pieno dell’attività lavorativa. “E sempre ieri, neanche due ore dopo l’assemblea, quando la situazione volgeva verso una soluzione, non senza sacrifici ma comunque positiva – spiegano i sindacati – è arrivata la notizia che il Comune di Coriano ha emesso un ordinanza di immediato fermo di ogni attività nelle sedi di Petroltecnica e Rovereta in Via Rovereta. L’ordinanza costringe a fermare ogni attività, quindi alle lavoratrici ed ai lavoratori è stato comunicato che da lunedì staranno a casa. Non sappiamo per quanto, non sappiamo cosa potrà succedere. Chiunque può comprendere lo sconcerto se non l’angoscia in cui sono precipitati dopo aver appreso la notizia”. 

I sindacati di settore, insieme alle Rsu, hanno immediatamente richiesto un nuovo incontro in prefettura, convocato per martedì 9 aprile. 

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna