lunedì 16 settembre 2019
menu
In foto: Il saluto iniziale prima di Cattolica-Diegaro (foto Anteo Galli)
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 11 apr 2019 11:13 ~ ultimo agg. 12 apr 02:03
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

La mini-striscia positiva che ha fatturato al Cattolica Calcio cinque punti in tre partite, complici anche i risultati delle altre “pericolanti”, non ha portato Mercuri e compagni fuori dalla zona play out. I giallorossi domenica scorsa non sono riusciti a sfruttare appieno il turno casalingo, non andando oltre lo 0-0 con il Diegaro, avversario diretto nella lotta per evitare gli spareggi. Domenica prossima la truppa di Angelini avrà l’occasione per rifarsi, ospitando al “Calbi” il Corticella, che nell’ultimo turno ha battuto 1-0 la Copparese e che in classifica è un punto più su dei giallorossi (rispettivamente 36 e 35).

“Gli ultimi risultati sono stati tutto sommato positivi, ci siamo un po’ ripresi – attacca il dirigente del Cattolica Calcio Andrea Giovannini -. Subiamo un po’ di meno in fase difensiva: due 0-0 nelle ultime due gare e poche concessioni agli avanti avversari anche in alcune precedenti uscite, anche se perdura la cronica fatica nel trovare la via del gol. Il subire meno fa comunque ben sperare”.

È fiducioso per la salvezza del Cattolica?
“Fiduciosi bisogna esserlo, altrimenti è tutto inutile. La cosa che ci dispiace per la regolarità del campionato è che il Faenza dopo domenica avrà due partite da recuperare (quella di Cotignola, che si rigiocherà per l’errore tecnico dell’arbitro, che non ha espulso un giocatore ammonito due volte, e quella di Castelfranco, che si giocherà mercoledì 24, ndr). Comunque la salvezza è nelle nostre mani perché adesso abbiamo il Corticella in casa e l’Argentana fuori. Se non siamo bravi a fare punti in queste due partite è giusto che facciamo i play out. Alla retrocessione diretta non voglio neanche pensare”.

Nelle ultime tre giornate per i ragazzi di Angelini vittoria sulla Virtus Castefranco e pareggi con Progresso e Diegaro.
“I nostri risultati non sono male, purtroppo non sono stati male neanche quelli degli altri… qualche vittoria inaspettata c’è stata. E con i tre punti alla fine una vittoria in più o in meno, essendo tutte attaccate in classifica, vuol dire tanto. A noi finora non ha regalato niente nessuno”.

Domenica, alla fine di Cattolica-Diegaro, qualche tifoso ha lasciato il “Calbi” non troppo contento per il gioco espresso dai giallorossi.
“In questo finale di stagione contano solo i risultati. Puoi giocare male ma se ti va bene fare punti. La questione è che quello di domenica era uno scontro diretto e i tifosi avrebbero voluto una vittoria. Abbiamo avuto due-tre occasioni per segnare, ma non siamo stati né bravi né fortunati. Dei prossimi due scontri diretti ne devi vincere almeno uno, meglio ancora sarebbe fare bottino pieno in entrambi”.

Giovannini, dirigente-tifoso, ringrazia i supporters giallorossi per la vicinanza alla squadra e alla società in un’annata a dir poco complicata.
“I tifosi ci sono sempre stati vicini e continueranno a farlo fino alla fine. Sono lì che tifano e sperano, e non hanno quasi mai contestato. Fare processi adesso sarebbe del resto solo deleterio e i nostri tifosi lo sanno. L’appello che faccio loro, anche se so che non c’è bisogno di dirlo, è di continuare a stare vicino alla squadra come hanno fatto fino ad oggi”.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport   
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna