sabato 20 aprile 2019
di Redazione   
lettura: 2 minuti
lun 8 apr 2019 11:50
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Dopo i Senatori Marco Croatti (M5S) e Antonio Barboni (FI), nel fine settimana Federconsumatori Rimini si è confrontata anche con le onorevoli Elena Raffaelli della Lega e Giulia Sarti del Movimento 5 Stelle. Il tema è sempre quello delle bollette del gas.

Questi, si legge in una nota, i punti sottoposti ai parlamentari locali, oggetto anche di una raccolta firme effettuata dall’associazione:

1) intervenire sugli oneri di sistema, vere e proprie tasse occulte, che insieme ai costi di gestione ed imposte incidono sulla bolletta per oltre il 50%. (infatti ad aprile 2019 il prezzo del gas diminuisce ma aumentano gli oneri generali di sistema )

2) non pagare nelle bollette le accise sulle dismissioni delle centrali nucleari, le agevolazioni per le imprese energifere, gli incentivi per le energie rinnovabili, i regini tariffari agevolati speciali per le Ferrovie. Taglio delle accise annunnciato e promesso in campagna ellettorale ;

3) rendere esigibili ed automatici i bonus energia e di innalzzarli perchè oggi insufficienti nel loro ammontare per poter dare un vero aiuto alle famiglie e chi ne ha più bisogno;

4) rivedere e trovare una soluzione equa al problema della morosità: nella maggior parte dei casi sono le imprese che non riescono, per vari motivi, a sostenere i costi dell’energia;

5) intervenire sull’applicazione dell’IVA sulle accise anche in ragione di alcune sentenze e interrogazioni parlamentari. L’ IVA oggi è al 10% e 22% e potrebbe aumentare ulteriormente a partire dal 2020, qualora vengano applicate le clausole di salvaguardia previste dalla legge di bilancio 2019;

6) monitorare e informare i consumatori sugli eventuali effetti della liberalizzazione del mercato del gas (e dell’energia elettrica) a partire da luglio 2020 per far si che la fine del mercato tutelato non diventi l’ulteriore occasione per fare profitti sulle spalle dgli Utenti.

Federconsumatori ha informato anche i parlamentari del tavolo di confronto aperto con Sgr, le altre associazioni di consumatori e il gruppo Ubriachi di Gas. Il prossimo incontro è in programma mercoledì 10 aprile alle 11.

Altre notizie
Il video della riattivazione

Nautofono, dopo sei anni torna l'ululato

di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
un documento per l'ambiente

Il Friday for Future a Santarcangelo

di Redazione   
di Redazione   
FOTO
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna