Indietro
menu
Bellaria Igea Marina Rimini Social

Al via ad aprile il progetto A.P.P.Rendo

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 17 apr 2019 09:14 ~ ultimo agg. 10 lug 19:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Favorire l’integrazione e attraverso di essa le competenze, partendo da un gesto semplice: ritrovarsi per fare colazione insieme alla propria classe.

È questa la prima azione prevista dal progetto A.P.P.Rendo, acronimo di A Pancia Piena RENDO Meglio, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, fascia di età 5-14 anni.

È stato uno degli 83 progetti approvati sui 432 presentati, cui partecipano 25 enti, istituzioni e associazioni delle province di Rimini e Forlì-Cesena, che operano nell’ambito educativo e del sociale. Capofila è Il Millepiedi, cooperativa riminese con esperienza trentennale nel settore dell’educazione.

La logica del progetto si basa sugli studi relativi all’economia comportamentale dei premi Nobel Daniel Kahneman e Richard Thaler e l’idea è quella di sperimentare nuove modalità di apprendimento cooperativo delle competenze STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica) e linguistiche attraverso attività semplici ma innovative: ad esempio aprire le porte delle classi – in particolare per le prime elementari e medie – prima dell’inizio delle lezioni facendo fare la colazione insieme ai bambini, creando così occasioni di incontro informale, giocoso, fuori dalla routine strettamente scolastica.

La colazione a scuola è una delle azioni che saranno sviluppate nell’arco di 24 mesi, a partire da marzo 2019, all’interno delle scuole (Bellaria, Riccione I.C. 1, Coriano, Ospedaletto, Novafeltria).

E’ prevista inoltre una importante azione nell’extra-scuola che prevede la nascita di un nuovo GET – Gruppo Educativo Territoriale – nel comune di Bellaria ed il potenziamento di altri GET nel periodo estivo.

Sono previste ulteriori azioni fuori dal contesto scolastico, come iniziative per il potenziamento delle competenze di studenti di origine cinese, il coinvolgimento di mamme per un migliore inserimento nel tessuto sociale del territorio, lo sviluppo di gemellaggi virtuali tra classi prime di altre regioni italiane o altri paesi europei attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, esperienze educative extra-scuola.

Tutte le azioni verranno svolte in stretta collaborazione con le scuole partner del progetto.

I risultati delle azioni in campo verranno inoltre analizzati a cura di Isnet, osservatorio delle imprese sociali, partner che si occuperà direttamente della valutazione dell’impatto del progetto.

Siamo molto soddisfatti di questa importante opportunità: unire 25 realtà del territorio per progettare e lavorare insieme sulle povertà educative. È una grande occasione, da sempre la nostra cooperativa ha come obiettivo primario quello di occuparsi dei minori con vulnerabilità e bisogni speciali”, dichiara Debora Natili, Progettista.

Info e contatti: apprendo@cooperativailmillepiedi.org

Cooperativa Il Millepiedi 0541.709157