venerdì 19 aprile 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
gio 11 apr 2019 13:28 ~ ultimo agg. 13:58
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Secondo l’ultimo aggiornamento fornito da Atersir in merito alla raccolta e produzione dei rifiuti sul territorio comunale, negli ultimi cinque mesi la raccolta differenziata nel Comune di Rimini ha superato costantemente quota 70%: 70,8% a ottobre, 71,9% a novembre e dicembre, 70,8 e 70,7 a gennaio e febbraio. La media 2018 era del 67,58%. La raccolta differenziata nel 2018 registrava 17 punti percentuali in più rispetto al 2015, quando superava di poco il 50%. “Un trend positivo – commenta l’assessore all’Ambiente Anna maria Montini – che ci fa ipotizzare che, anche a fronte del calo coincidente con la stagione estiva, potremmo chiudere il 2019 centrando l’obiettivo del 70% di raccolta differenziata in anticipo di un anno rispetto agli obiettivi fissati”.

Dei circa 510 kg di raccolta differenziata procapite, il “peso” maggiore l’ha in termini assoluti l’umido, con 136,6 kg per abitante, seguito da carta e cartone (113,2 kg procapite), mentre ogni persona raccoglie poco meno di 3 etti di oli alimentari. Capitolo a parte merita la plastica, sotto la lente di ingrandimento negli ultimi mesi per l’impatto dannoso che la sua dispersione e il suo mancato riciclo reca all’ambiente: ogni abitante ne raccoglie circa 1kg a testa.

Sottolinea l’assessore Montini: “La sfida non sta solo nel costante miglioramento della raccolta differenziata, sia attraverso l’informazione sia potenziando i servizi per gli utenti, ma soprattutto nella riduzione della produzione pro capite dei rifiuti urbani. Una sfida ancora più ostica per una realtà turistica come la nostra che ogni anno fa segnare milioni di presenze, ma che è alla nostra portata”.

Altre notizie
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna