lunedì 23 settembre 2019
menu
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 16 mar 2019 19:30 ~ ultimo agg. 17 mar 17:28
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Sarà una Rimini Marathon ecologica, che vira verso sud e punta ad abbattere il muro dei 2.000 partecipanti nella gara regina. L’edizione 2019, in anticipo di un mese rispetto al solito (l’appuntamento è il 30-31 marzo), registra già un +30% di iscritti rispetto al 2018 (al via anche una folta rappresentanza di runners da fuori regione e dall’estero), non solo nella maratona da 42 km, ma anche nelle altre gare che arricchiscono il programma della due giorni, dalla Scm Tenmiles sulla distanza dei 16 km a quelle amatoriali aperte a tutti: la Sgr Family Run, un percorso di 8 km, e la Mila Kids Run, gara che si disputa su 2,5 km, pensata per i più piccoli e dedicata alla memoria della 13enne riminese venuta a mancare lo scorso novembre per una malattia incurabile. Simone Campolattano, uno degli organizzatori, non nasconde l’ambizione futura: “Puntiamo a diventare una maratona a livello internazionale”. Per il sesto anno consecutivo non mancherà il raduno nazionale degli spingitori di carrozzelle.

Una delle novità principali riguarda proprio il percorso della gara regina. Dopo essere partiti dall’Arco d’Augusto, i maratoneti si ritroveranno a percorrere viale Principe Amedeo per poi dirigersi verso Riccione e poi Misano con rientro a Rimini dal lungomare. I partecipanti attraverseranno anche il Borgo San Giuliano per transitare sul ponte di Tiberio e infine tagliare il traguardo sotto l’Arco.

I Comuni di Rimini, Riccione e Misano aderiranno alle “domeniche senza auto”, che porteranno gli atleti a correre ancora più in sicurezza e senza possibili intralci sul percorso. Inevitabile qualche disagio per gli automobilisti soprattutto per la giornata del 31 marzo, dalle 9 alle 11.30. Dalla zona a mare della ferrovia fino al viale Cavalieri di Vittorio Veneto le strade saranno bloccate. Da qui l’invito ad armarsi di pazienza rivolto a tutti i cittadini. L’evento, infine, grazie alla collaborazione con Hera e con altre aziende del territorio, sarà plastic-free: il materiale in uso ai ristori sarà biodegradabile e le spugne in fibra di cellulosa. La presenza di bottiglie di plastica sarà fortemente ridotta con il posizionamento di contatori per l’erogazione di acqua, mentre per ridurre la quantità di rifiuti prodotta e gestire meglio la raccolta, Hera posizionerà delle isole ecologiche ad hoc per la raccolta differenziata.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna