Indietro
menu
Promosso da CNA

Quota 100, i numeri riminesi. Oggi un incontro

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 21 mar 2019 07:18 ~ ultimo agg. 07:26
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sono 96.263 le domande di accesso al trattamento di pensione presentate sul territorio nazionale, in Emilia Romagna ne sono state presentate 6.529, nella Provincia di Rimini sono 497.

Per dare informazioni ai propri associati ma anche ai singoli cittadini sui  temi presenti nel Decreto Legge 28 gennaio 2019  questa sera (giovedì 21 marzo) alle ore 18 nella sede di Piazzale Tosi 4 Cna Rimini in collaborazione con Assicoop Romagna – Unipol organizza un incontro gratuito per approfondire le principali novità introdotte.

“ la nuova impostazione delle pensioni denominate quota 100 per la somma tra l’età anagrafica e gli anni contributivi  è giusta. “Dichiara Giovanni Giungi Presidente Nazionale di CNA Pensionati” la legge Fornero, figlia di un periodo difficile del nostro paese non dimentichiamolo, aveva creato un meccanismo di stallo di cui risentiva il mondo del lavoro. Inoltre i vincoli di 62 anni di età e di 38 anni di contributi sono vincoli forti su persone che hanno percorso il loro iter lavorativo a lungo.

Tra le 96.263 domande di pensionamento più di 6.000 sono artigiani e questi spazi saranno sicuramente rimpiazzati dalle giovani leve.

La preoccupazione è che la forte incidenza di dipendenti pubblici rischi di provocare il doppio effetto di sguarnire le strutture pubbliche e di non dare l’effetto desiderato  perché non è immediato il rimpiazzo dei lavoratori nel pubblico a differenza del privato. Il Governo dopo la giusta verifica  sia tempestivo nell’attivare i concorsi di assunzione a tutti i livelli”.

Quota 100 cioè l’accesso al trattamento di pensione con almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi, l’opzione donna che prevede l’accesso alla pensione anticipata alle lavoratrici che hanno maturato 35 anni di contributi ed un’età anagrafica di rispettivamente 58 anni per le lavoratrici dipendenti e 59 per le lavoratrici autonome, l’accesso alla pensione anticipata per alcune categorie, il riscatto di laurea agevolato e la proroga di Ape sociale.

Di tutto questo parleranno Sergio Morotti Presidente di Cna Pensionati, Elisa Giungi Direttore Patronato Epasa – Itaco e Claudio Cortesi Consulente di Assicoop Romagna.

Notizie correlate
di Redazione