lunedì 23 settembre 2019
menu
In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 4 mar 2019 11:42 ~ ultimo agg. 18:46
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Torna lo smog in Emilia Romagna e anche a Rimini dove negli ultimi tre giorni è tornato sopra la soglia limite di 50 microgrammi per metro cubo: 55 venerdì, 85 sabato e 70 ieri. La centralina di via Flaminia a Rimini ha raggiunto i 27 sforamenti nel 2019 (35 quelli consentiti), quella del parco Marecchia è a 27. Come da ordinanza in caso di superamento dei limiti per tre giorni continuativi, anche nel Comune di Rimini le misure emergenziali in caso di smog tornano in vigore fino a giovedì, data della nuova rilevazione.

Le misure nello specifico comprendono:

1 – Ampliamento delle limitazioni alla circolazione dalle ore 8,30 alle ore 18,30 a tutti i veicoli diesel Euro 4.

2 – Obbligo di riduzione della temperatura di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali). Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive.

3 – Divieto di utilizzo di generatori di calore domestico alimentati a biomassa legnosa (legna, pellet, cippato, ecc), in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe 4 stelle (così come definite dal Decreto del Ministero dell’Ambiente n.186 del 7 novembre 2017).

4 – Divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli.

5 – Divieto assoluto per qualsiasi combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc.).

6 – Divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

7 – Potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti.

Con il prossimo bollettino, la cui emissione è prevista per giovedì 21 Febbraio, ARPAE comunicherà l’eventuale rientro a una situazione di normalità o il mantenimento dell’allerta.

Il testo integrale dell’Ordinanza Sindacale, contenente anche le tipologie di autoveicoli ai quali non si applicano le limitazioni alla circolazione, i veicoli oggetto di deroga, nonché i tratti di strada esclusi dalle limitazioni, è pubblicata sui seguenti siti internet: www.comune.rimini.it o www.liberiamolaria.it.

Sul sito www.liberiamolaria.it sono pubblicati inoltre tutti i dati relativi alle polveri sottili PM 10 e il Piano Aria Integrato Regionale 2020.

Per ulteriori informazioni è possibile inoltre telefonare all’Ufficio Relazioni con il Pubblico al numero 0541 704704.

Proprio oggi Arpae Rimini trasmette il report sulla qualità dell’aria a Rimini a gennaio, mese in cui si sono verificate condizioni meteorologiche favorevoli all’accumulo di particolato, con diversi episodi di sforamento del valore limite previsto per la media giornaliera. Il limite è stato superato 10 volte in entrambe le stazioni presenti nel Comune di Rimini (Flaminia e Parco Marecchia) e 2 volte nella stazione di Verucchio.
Contemporaneamente all’innalzamento della concentrazioni del PM10 si sono registrate concentrazioni significative anche per il PM2,5.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna