giovedì 19 settembre 2019
menu
In foto: La carica delle stelline riminesi
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 10 mar 2019 09:44
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

CAF ACLI STELLA RIMINI-ARBOR INTERCLAYS (RE) 2-3 (25-19, 25-23, 20-25, 19-25, 9-15)

IL TABELLINO
CAF ACLI STELLA RIMINI: Ambrosini 3, Cicoria 8, Mazza1, Gugnali 16, Francia 16, Tomassucci 7, Bologna 20, Costantino 3, Jelenkovic lib 1, nn.ee. Bascucci, Bianchi, Bigucci, Cit, Serafini lib. All. Piraccini.

ARBOR INTERCLAYS REGGIO EMILIA: Borghi 11, Bonaccini 13, Magnani 16, Gennari 18, Talami 9, Copponi 1, Bucciarelli Lib., Salvateraa Lib., Vecchi 0, Borsi 0, Arrigoni 0, Caluzzi 0, nnee Davoli e Zanchelli. All. Garuti.

BV: St 6 Ar 5.
BE: St 11 AR 5.
M: St 17 – AR 8.

CRONACA E COMMENTO
Esordio sulla panchina della Stella del nuovo allenatore Piraccini di Cesena che da questa settimana ha preso il posto lasciato da Enrico Mussoni: la vittoria avrebbe potuto coronare questo ingresso ma è mancata per un soffio.

La Caf Acli Stella parte forte, sicura di sé e ben convinta: la solita formazione con Ambrosini in regia, Mazza all’opposto, Gugnali e Tomassucci al centro, Francia e Bologna alle bande e Jelenkovich libero: a metà del primo set entra Cicoria per Mazza e rimane in campo per tutta la gara mentre Costantino si alterna più volte con Tomassucci.

Gara intensa e interessante fra due squadre poco distanti in classifica e con pari opportunità di gioco. La spunta alla fine l’Arbor che reagisce nel momento in cui Caf Acli Stella rifiata e questo rilassamento sarà determinante fino alla fine della gara. Infatti il secondo set vede una forte spinta della Stella nel finale che da 17 a 22 (e 18-23) rimonta fino al 23 pari e supera con slancio l’Arbor con due attacchi di Bologna e un muro di Gugnali.

Il terzo set sembra andare come il secondo (l’unica novità è la sostituzione nell’Arbor del forte palleggiatore Copponi con l’altrettanto forte Vecchi) e si procede punto a punto fino a metà set ma poi il finale premia Reggio Emilia con grande merito.

Ci si aspettava che dopo il aver rallentato la Caf Acli Stella ripigliasse la gara in mano come nei primi set ma
nonostante le importanti prestazioni delle bande Bologna e Francia, la squadra nel suo insieme non si ricompatta come sperato e lascia troppi spazi alle reggiane che non mollano e chiudono agevolmente il quarto e anche il quinto set del tie-break.

Belle giocate con recuperi spettacolari e parecchi muri da parte di Caf Acli Stella con particolare citazione di
Bologna, mai vista così decisa in questo campionato.

La Caf Acli Stella tornerà fra le mura amiche il 30 marzo e nelle due prossime giornate dovrà vedersela a
Bologna e a Campagnola con la necessità di raccogliere punti.

Notizie correlate
Al Palaz. CONI e delle Feder. di Bologna

CRER FIGC, Eccellenza, Promozione e Prima Categoria

di Icaro Sport   
FOTO
di Icaro Sport   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna