sabato 20 aprile 2019
In foto: il Ceis
di Maurizio Ceccarini   
lettura: 1 minuto 1.242 visite
ven 29 mar 2019 13:46 ~ ultimo agg. 14:01
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.242
Print Friendly, PDF & Email

La prospettiva era già emersa. Ma che ora si tratti di molto più di una prospettiva è emerso oggi nella conferenza stampa di presentazione del protocollo per la riqualificazione dell’area della stazione di Rimini. Il Centro Educativo Italo Svizzero dovrebbe essere ospitato dalla “Città dei servizi” che sorgerà nell’area del Dopolavoro Ferroviario, con l’ampliamento del parco, un centro sportivo e ricreativo e, appunto, un polo didattico pubblico-privato. Per gli edifici scolastici sono previste superfici tra i 2.500 e i 5.000 mq. Un polo ancora da progettare, finanziato in parte da risorse comunali e con altre forme come i project financing o bandi intergrati per la realizzazione e gestione delle strutture.

Il Ceis, citato più volte oggi dal sindaco, potrebbe così liberare l’area archeologica su cui insiste ponendo fine ad anni di polemiche.

Altre notizie
Il video della riattivazione

Nautofono, dopo sei anni torna l'ululato

di Redazione
VIDEO
Notizie correlate
un documento per l'ambiente

Il Friday for Future a Santarcangelo

di Redazione   
di Redazione   
FOTO
di Redazione   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna