venerdì 22 marzo 2019
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
lun 11 mar 2019 15:39 ~ ultimo agg. 16:07
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

DANY DOLPHINS RICCIONE-CESENA BASKET 64-70

IL TABELLINO
DANY RICCIONE: Cruz 15, Diagne, Medde 7, Pierucci 16, Flenghi ne, Chistè 6, Bianchi 5, Serafini 2, Mazzotti 13, Buscherini ne, Zavatta ne. All. Ferro.

CESENA: Balestri 21, Babbini 11, Dell’Omo 9, Montalti 8, Ruscelli 8, Zoboli 4, Rossi 3, Ambrogi 2, Vandelli 2, Benzi 2, Manzecchi, Tagliafierro. All. Ruggeri.

ARBITRI: Moro di Calderara e Carpanelli di Bologna.

Parziali: 12-9, 32-27, 50-44.

CRONACA E COMMENTO
Quasi perfetta per trenta minuti, la Dany Riccione esaurisce la benzina nell’ultimo quarto e si lascia sorpassare dal Cesena sul traguardo (64-70). Un vero peccato per i Dolphins, che nonostante la costante emergenza di organico (per l’occasione coach Ferro è privo anche di capitan Amadori) avevano dato prova di coraggio giocando un buon basket per tre quarti di partita, cosa che aveva permesso ai biancazzurri di tenere in scacco una formazione più avanti in classifica come il Cesena.

Mani freddine in avvio su entrambi i lati del campo (primo quarto da 12-9) poi il match prende quota nel secondo periodo e la Dany, con gli intraprendenti Cruz e Pierucci (alla fine top scorer da parte riccionese), tiene le redini della gara andando al riposo sul +5 (32-27). E il gap, seppure di poco, aumenta nel terzo quarto in un contesto comunque di grande equilibrio, nel quale fanno la differenza le “piccole cose” come i 16 recuperi della coppia Chistè-Mazzotti. L’ultimo chilometro però è fatale ai Dolphins che dopo aver speso tantissimo a livello atletico vista anche la rotazione corta a disposizione di Maurizio Ferro (roster infarcito di “millennials”), si trovano a passare dal +6 di inizio ultimo quarto al -6 finale. Niente referto rosa, ma oltre all’amarezza per la vittoria sfumata, resta anche la soddisfazione di aver raggiunto un ottimo livello di gioco pur con una formazione giovanissima in campo. I risultati delle dirette concorrenti alla salvezza non aiutano ma a sei giornate dalla fine della regular season tutto è ancora pienamente in gioco. Prossimo appuntamento venerdì (ore 21,15) nella tana dei Baskers Forlimpopoli terza forza del girone.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna