sabato 23 novembre 2019
menu
350mila euro

Da Cna una mano alle nuove imprese romagnole

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 18 mar 2019 21:32 ~ ultimo agg. 19 mar 16:39
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Un investimento da 350mila euro sulle nuove imprese. E’ quello che mettono in campo le CNA romagnole, quelle di Rimini, Ravenna e Forlì Cesena.

Sono state 5.943 le imprese che hanno avviato una attività in Romagna nel 2018, di queste 1.993 sono artigiane. In provincia di Rimini, sempre nel 2018, hanno avviato l’attività 1918 imprese, di queste 555 sono artigiane. I settori con maggiore incidenza, tra le neo imprese, di CNA Rimini sono quelli delle costruzioni, installazioni impianti e commercio.

La crisi economica iniziata nel 2008 – afferma il presidente della CNA di Rimini Mirco Galeazziha cambiato in modo determinante il mondo delle neo imprese. Moltissime le difficoltà, tanto che la loro vita media si è dimezzata rispetto a dieci anni prima e anche le forme giuridiche con cui i nuovi imprenditori affrontano il mercato sono diverse, mentre il governo ha dato il via a nuovi regimi per incentivare il “fare impresa”.

Nel 2018 – sottolinea il direttore di CNA Rimini, Davide Ortalli nel riminese sono nate quasi 2000 nuove imprese, e gli ostacoli che sin da subito sono chiamate ad affrontare sono molteplici: la burocrazia, informazioni frammentarie e contrastanti, finanziamenti scarsi e difficilmente raggiungibili a cui si aggiunge un mercato in continua evoluzione e tutto da scoprire. Le CNA della Romagna che oggi rappresentano complessivamente 28.000 imprenditrici e imprenditori, uniscono per la prima volta le forze per seguire il nuovo imprenditore nei passaggi cruciali e importanti della creazione di impresa: dall’assistenza nell’individuare i modelli di business alla formazione manageriale, dall’affiancamento nelle fasi burocratiche all’ottenimento di finanziamenti a tassi particolarmente agevolati”.

La campagna di CNA Nuove Imprese 2019 è rivolta a neo imprese in fase di costituzione/avviamento, a nuove imprese non associate nate da non più di 12 mesi, compresi i liberi professionisti e i lavoratori atipici.

Con il progetto si vuole dare

  1. le CNA Romagnole mettono a disposizione un kit del valore di 1.200 euro che prevede per chi apre l’azienda con i servizi in una delle tre associazioni di potere usufruire di:
      • “zero interessi”, contributo per operazioni di finanziamenti bancari erogati, finalizzati ad investimenti comprese una parte delle spese di avvio d’impresa;

      • consulenza di settore su normative, incentivi, opportunità;

      • un kit digitale che consiste nell’attivazione di PEC, firma digitale smart card, procedura di fatturazione elettronica gratuite per un anno;

      • pacchetto privacy con erogazione gratuita di check up per l’analisi della situazione aziendale, modello informativa fornitori personalizzato e modello informativa/consenso clienti personalizzato;

Networking con le altre imprese, occasione di contatto e confronto con neo imprenditori e con imprese già consolidate, per fare network e creare nuove opportunità. Accesso gratuito alle piattaforme promozionali del Sistema CNA. Incontri/focus nelle tre province, aperti a tutti i nuovi imprenditori della Romagna a partecipazione gratuita.

2) Un Osservatorio permanente sulle neo imprese che elabori i dati delle tre provincie romagnole funzionali a cogliere i bisogni delle imprese e adeguare costantemente l’assistenza su obblighi normativi e sostegno allo sviluppo aziendale. L’Osservatorio lavorerà i dati con rilevazioni omogenee e coerenti e report periodici a disposizione delle strutture dedicate.

3) Una campagna di comunicazione ad hoc per le neo imprese che ha l’obiettivo di sollecitare i nuovi imprenditori su argomenti centrali della vita della loro impresa, portarli a conoscere strumenti   necessari per il loro lavoro e la loro azienda.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna