lunedì 22 aprile 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
gio 21 mar 2019 16:59
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

In serata il consiglio comunale di Rimini voterà l’aumento dell’addizionale Irpef. Il tema è stato oggetto di dibattito e polemiche nelle ultime settimane. Ultimo capitolo, il tavolo di discussione con l’assessore al bilancio Gian Luca Brasini che i sindacati hanno abbandonato ieri lamentando una “finta disponibilità” da parte dell’amministrazione e accusando l’assessore di essersi lasciato andare ad accuse personali. Parole respinte al mittente da parte di Brasini che ieri sera è stato ospite, insieme al consigliere di Rinascita Civica Mario Erbetta, della trasmissione di Icaro Tv Fuori dall’Aula. “Mai attaccato o insultato nessuno seduto ai tavoli – dice – anche sulla stampa ho sempre usato forme corrette. Ovvio che in questa vicenda l’amministrazione dai sindacati ha avuto un riscontro molto negativo. Forse non potevamo aspettarci altro.

Nel corso del dibattito il consigliere Erbetta ha attaccato più volte: “Se il bilancio, come dice l’amministrazione, era già in linea perché c’era bisogno di una tassa in più e perché il sindaco ha annunciato un nuovo mutuo da 20milioni per fare strade e piazze? In un anno è stata messa la Cosap sui passi carrai, è stata aumentata la Tari e ora l’aumento dell’addizionale Irpef“.  Brasini glissa sul nuovo mutuo e spiega: “Da quando ci siamo insediati nel 2011 il debito è passato da 146 milioni a 90 milioni – precisa – quindi questa amministrazione ha lavorato per ridurre l’indebitamento. A chi dice che potremmo aumentarlo voglio ricordare che poi l’onere di pagarlo ricade sulla fiscalità generale e quindi sui cittadini.”

Altre notizie
di Redazione
FOTO
di Redazione
FOTO
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna