mercoledì 20 marzo 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 23 feb 2019 13:26
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

L’obiettivo della rapina non era né l’orologio, né il portafoglio, ma la damigiana di vino. Un residente di via Sinistra del porto è stato aggredito ieri pomeriggio da un 28enne di origini siciliane al rientro a casa dalla spesa. Il ladro, in stato di alterazione psicofisica e già noto alle forze dell’ordine, si è accorto che l’uomo aveva lasciato una piccola damigiana di vino davanti alla porta d’ingresso. Senza pensarci due volte, ha scavalcato la cancellata e si è introdotto nel giardino per rubarla, ma mentre si stava allontanando con il ‘bottino’ è stato scoperto dal proprietario di casa, che ha cercato di fermarlo. Il 28enne, trovatosi con le spalle al muro, l’ha spintonato a terra ed è fuggito. 

Grazie alla segnalazione di un passante che aveva notato la scena, i carabinieri della Compagnia di Rimini sono riusciti a rintracciare il malvivente qualche via più in là e ad arrestarlo per rapina impropria. Questa mattina il siciliano è comparso in tribunale per la direttissima. Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, l’ha condannato a due anni di reclusione (pena sospesa) e gli ha inflitto il divieto di dimora nella provincia di Rimini.  

Altre notizie
di Lamberto Abbati
Notizie correlate
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna