lunedì 16 settembre 2019
menu
In foto: repertorio
di Lamberto Abbati   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 14.678 visite
mar 26 feb 2019 13:23 ~ ultimo agg. 27 feb 12:31
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 14.678
Print Friendly, PDF & Email

Dramma ieri sera, poco dopo le 23, in via Nilde Iotti, in zona Bordonchio a Bellaria Igea Marina. Pietro Antonelli, 20 anni, originario di Avellino ma residente a San Mauro Pascoli, è morto mentre consegnava una pizza. Il fattorino, che lavorava per la pizzeria d’asporto Quisipizza di Bellaria, dopo aver parcheggiato il motorino, ha suonato il campanello dell’abitazione per la consegna. Il cliente, uscito da casa per pagare e ritirare la pizza, ha visto il giovane crollare davanti ai suoi occhi. Caduto a terra, il 20enne ha sbattuto violentemente la testa perdendo subito conoscenza. 

Spaventato, il cliente ha avuto la prontezza di dare subito l’allarme ai sanitari del 118 che, giunti sul posto, hanno intubato il fattorino per poi trasportarlo d’urgenza all’ospedale Infermi di Rimini, dove il suo cuore ha smesso di battere poco dopo mezzanotte. I medici, a quel punto, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso e disporre l’autopsia per individuare le esatte cause della morte. In via Iotti, per i rilievi di rito, sono intervenuti i carabinieri di Bellaria Igea Marina che hanno raccolto la testimonianza del cliente.

Increduli gli amici di Pietro che, appena appresa la tragica notizia, hanno inondato di messaggi il profilo Facebook del 20enne: “Non si può morire così a 20 anni”, “Ciao amico mio, riposa in pace”, “Perché succede tutto questo? Resterai sempre nei nostri cuori”, “Oggi ci sei, domani non più… Non ci posso credere”. 

Notizie correlate
di Simona Mulazzani   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna