sabato 19 gennaio 2019
In foto: Fabbri col presidente Marsili
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
ven 11 gen 2019 09:40 ~ ultimo agg. 09:41
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il Gabicce Gradara si appresta ad affrontare la seconda trasferta di fila a Corinaldo (sabato ore 14,30) contro l’Olimpia Marzocca in un clima di rinnovata fiducia. L’eclatante successo sul campo del Loreto per 3-0 ha restituito l’immagine di una squadra in salute fisicamente, determinata, con la voglia di essere protagonista. Dopo lo scivolone interno col Barbara, causato dalla defezione in un colpo solo di sette over, gli effetti del brillante match contro l’Ancona hanno prodotto un’onda lunga che la squadra di Papini vuole continuare a cavalcare.

Mister Papini, cosa le è piaciuto di più dell’exploit di Loreto?
“L’atteggiamento della squadra. Io e la società avevamo chiesto ai giocatori una prova di carattere, di personalità e i ragazzi sono stati ammirevoli confermando le loro qualità umane e tecniche, il loro impegno e dedizione alla causa. Occorre adesso dare continuità, mantenere questo coraggio e questa mentalità da qui in avanti per fare un altro scatto nel rendimento e migliorare la classifica. Abbiano dimostrato di avere dei numeri, ci deve sorreggere lo stesso spirito dell’ultima partita che poi è stato quello che ci ha permesso di affrontare l’Ancona alla pari”.

Siamo al giro di boa: l’obiettivo per il ritorno?
“Nel nostro score ci sono sette pareggi, ecco dobbiamo fare in modo che alcuni di queste X si trasformino in vittorie: significherebbe avere punti in più. Per strada nell’andata che si è appena chiusa abbiamo lasciato dei punti che con più attenzione, caparbietà e convinzione, avremmo potuto avere in tasca. Dobbiamo cercare di ottenere la salvezza il più in fretta possibile, poi potremo toglierci, se del caso, altre soddisfazioni”.

Sul vostro cammino ora c’è l’Olimpia Marzocca.
“Una squadra che lotta per evitare i playout, affamata di punti, e che è a solo quattro lunghezze da noi a testimonianza di quanto sia corta la classifica. Abbiamo riscontrato come non si possa dare mai nulla per scontato: nell’ultimo turno, ad esempio, l’Osimo Stazione ha violato il campo del Senigallia. Se si accusa un calo di tensione si paga e noi lo abbiamo provato sulla nostra pelle. Tornando al Marzocca, si tratta di avversario pericoloso, con un bomber come Moschini molto efficace e poi avrà il dente avvelenato per la sconfitta nel match di andata in cui fece vedere la sua pericolosità”.

Come sta il Gabicce Gradara?
“Sotto il profilo fisico molto bene. Ci alleniamo con intensità divertendoci, con un atteggiamento positivo, con voglia”.

Crede di provare nel ritorno un nuovo modulo in virtù dei rinforzi?
“I ritocchi potranno essere minimi, dal 4-3-3 potremmo passare al 4-3-2-1, il vertice del centrocampo spostarlo un po’ più alto. La squadra è stata costruita per giocare in questa maniera”.

È andato a segno con una doppietta Fabbri, uno dei volti nuovi.
“Si è sbloccato dimostrandosi uomo squadra. Si è inserito bene, si allena con puntiglio come del resto tutti, sprona i giovani, si vede che è cresciuto in un settore giovanile importante come il Cesena. Del resto proviene da una famiglia di calciatori e sa come comportarsi. Spero segni tanti altri gol”.

Altre notizie
di Icaro Sport
di Roberto Bonfantini
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna