Indietro
venerdì 26 febbraio 2021
menu
Eventi

Tutto pronto al Teatro Galli per la prima della Carmen

In foto: le prove
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
lun 31 dic 2019 12:57 ~ ultimo agg. 16:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Fervono i preparativi al teatro Galli di Rimini per la prima della quattro recite tutte sold out per Carmen, l’Opera lirica in quattro atti di Georges Bizet nel nuovo allestimento dell’Associazione Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli, per la regia di Paolo Panizza . Domani il primo spettacolo alle 17 e poi repliche giovedì 3, venerdì 4 e sabato 5 gennaio alle ore 20. Tra gli interpreti voci affermate del panorama lirico internazionale: Anastasia Boldyreva nei panni di Carmen, Paola Cigna e Zeina Barhoum, che si alterneranno nel ruolo di Micaela. Giuseppe Varano,considerato uno tra i tenori più promettenti della sua generazione sarà don Josè.  Il torero Escamillo, Daniele Caputo, Le Dancaire ha la voce di Giovanni Mazzei. Al coro lirico si aggiunge quello delle voci bianche “Le allegre note” dirette dal maestro Fabio Pecci.

Carmen è prodotta dall’associazione Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli con il patrocinio e il contributo del Comune di Rimini. Con la regia di Paolo Panizza è diretta dal Maestro concertatore Massimo Taddia, con la Astral Music Symphony Orchestra delle Marche, il Coro Lirico città di Rimini Amintore Galli preparato dal M° Matteo Salvemini e il coro a voci bianche Le Allegre Note di Riccione preparato dal M° Fabio Pecci. L’opera, nella versione originale francese, è sottotitolata in italiano.

Il cast ha un respiro internazionale che dall’Italia arriva in Russia e in Giordania. Il ruolo di Carmen è interpretato dalla bellissima Anastasia Boldyreva, (nata a Mosca), mezzosoprano che si è affermato nelle ultime stagioni come uno dei talenti emergenti sulla scena operistica internazionale collaborando con direttori d’orchestra del calibro di Zubin Mehta, Gianandrea Noseda, Daniel Oren, Pinchas Steinberg, Gianluigi Gelmetti, Bernard de Billy. Il ruolo della rivale in amore, Micaela, è affidato alle voci di Paola Cigna (1, 4 e 5 gennaio) soprano vincitrice di numerosi concorsi nazionali e internazionali diretto da importanti direttori d’orchestra, numerosissime le sue registrazioni e le incisioni per importanti etichette; e a quella di Zeina Barhoum (3 gennaio), alias The Arabic Soprano. Il soprano giordano palestinese ha iniziato la sua carriera musicale nel 1997 ed è stato premiato come miglior solista del Welsh Eisteddfod Competition. Il repertorio operistico di Barhoum, che  ha lanciato il primo festival lirico nel mondo arabo, l’Amman Opera Festival (AOF), comprende ‘Gianni Schicchi’, ‘Turandot’, ‘Il Barbiere di Siviglia’, ‘La Traviata’, ‘La Bohème’ e molti altri con il quale si è esibita in alcuni dei più prestigiosi teatri del mondo. L’uomo che le due protagoniste femminili si contendono è il soldato Don Josè, la cui voce è quella di Giuseppe Varano, considerato uno tra i tenori più promettenti della sua generazione, apprezzato a livello internazionale quale raffinato interprete principalmente delle opere verdiane e pucciniane. Figura carismatica all’interno dell’opera è il torero Escamillo, la cui personalità è affidata a Daniele Caputo, baritono che si è esibito in importanti teatri sotto la direzione di Maestri come  Zhang Xian e Patrick Fournillier e che a Rimini è stato un acclamato Figaro ne ‘Il Barbiere di Siviglia’ (1,3 gennaio 2017). Sono tanti i personaggi che arricchiscono la storia e il tessuto musicale di Carmen:  Le Dancaire ha la voce di Giovanni Mazzei vincitore del Concorso Mattia Battistini di Rieti per L’Opera ‘L’elisir d’amore’ di Donizetti e finalista al concorso Toti Dal Monte di Treviso per L’opera ‘Così fan tutte’ di Mozart; Le Remendado, è interpretato da Roberto Carli, tra le cui numerose interpretazioni ricordiamo ‘Un ballo in maschera’ di Verdi, la ‘Messa di Gloria’ di Puccini, il Principe di Persia in ‘Turandott’, il Remendado nella ‘Carmen’ e il Principe Yamadori nella ‘Butterfly’. Ci sono poi Morales e Zuniga, reciprocamente Nico Mammone e Luca Gallo; le zingare che interrogano i tarocchi, Frasquita e Mercedes, rispettivamente interpretate dal soprano Elisa Luzi, specializzata in repertorio operistico e allieva di masterclass con alcuni dei più grandi interpreti della lirica italiana come Luciano Pavarotti, Maria Navia Goltara, Renato Cazzaniga, Angelo Loforese, il mezzo soprano Giada Frasconi vincitrice del 12° concorso nazionale “Riviera Etrusca” di Piombino, il Quarto Concorso Internazionale di Canto Lirico “Luciano Neroni”  ed il 1° Concorso Lirico Internazionale Città di Nepi premio “Alessandro Stradella” sostituisce il mezzo soprano Laura Brioli.  . Completano il cast solisti Chiara Mazzei nelle vesti di una venditrice di arance, Riccardo Lasi, uno zingaro; Alessandro Semprini nel ruolo del taverniere Lillas Pastia, Luca Frambosi e Leonardo di Camporispettivamente una guida e un soldato. Con il corpo di ballo Future Company. Direttrice e coreografa Gabriella Graziano. Ballerini: Pietro Mazzotta, Marco Dalia, Alessandro Zavatta, Michela Amati, Elisa Amenta, Alessia Bernardi, Sara Fabbri, Martina Moro, Merilinda Pellegrini.

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO