lunedì 16 settembre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto Visualizzazioni 1.074 visite
sab 8 dic 2018 18:57
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto Visualizzazioni 1.074
Print Friendly, PDF & Email

E’ terminata oggi dopo tre settimane di intensa attività addestrativa, l’esercitazione “Cluster Action 2018” del 121° reggimento Artiglieria Controaerei “Ravenna” dell’Esercito Italiano, parte di una più ampia e complessa esercitazione denominata “Atlante 2018” del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto dell’Esercito Italiano con sede in Verona alla giuda del Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota.
Gli artiglieri controaerei del 121° reggimento a. c/a, di stanza nelle caserme di Bologna e Rimini, hanno verificato il grado di preparazione raggiunto dai propri quadri e delle unità di fuoco dipendenti nella condotta di una operazione complessa di tipo pluri-arma (Skyguard e Stinger), parte di un continuo processo di addestramento e perfezionamento delle proprie capacità controaerei.

Gli uomini e le donne del Col. Emanuele Canale Parola e del Ten. Col. Luca Vigna Taglianti, comandanti rispettivamente del 121° reggimento a. c/a e del dipendente 2° gruppo, si sono schierati sul terreno all’interno e all’esterno delle infrastrutture militari, collegate fra loro tramite un’architettura delle comunicazioni basata su collegamenti campali in ponte radio e/o stanziali già presenti nelle strutture individuate nelle province di Piacenza, Rimini, Bologna e Ravenna.
La concessione delle aree private del complesso fieristico di Rimini e dell’area di Savio (RA) per lo schieramento delle unità, ha evidenziato – sottolinea l’Esercito – l’ottimo rapporto esistente tra le Istituzioni e la Forza Armata, suggellando la vicinanza del mondo militare a quello civile.

Il personale impegnato nell’esercitazione è stato opportunamente e specificatamente preparato a compiere le attività adottando tutte le cautele finalizzate al rispetto dell’ambiente e del territorio, degli aspetti naturalistici, come quelli attinenti alla salute.
L’Istituzione Esercito Italiano è parte integrante della difesa per la sicurezza interna ed esterna del Paese, dotata di moderne tecnologie e capacità multifunzionali al servizio del cittadino.

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
di Lamberto Abbati   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna