Indietro
mercoledì 24 febbraio 2021
menu
Basket Promozione

Rose & Crown Villanova Tigers. Mancata l'en plein, Tigers KO contro l'Aics

In foto: Ambrassa (foto Alfio Sgroi)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 22 dic 2018 15:33 ~ ultimo agg. 15:39
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Rose & Crown Villanova Tigers-AICS Junior Forlì 53-70 (10-17; 29-32; 41-46)

IL TABELLINO
Tigers: Giordani 5, Panzeri 3, Rossi M. 2, Ambrassa 9, Guiducci F. 1, Semprini, Guiducci T., Rossi A. ne, Buo 14, Serpieri 8, Saccani 11, Bollini. All. Rustignoli.

AICS: Naldi 12, Zanotti 4, Melandri, Perugini 2, Attanasio ne, Imperadori 12, Ruffilli 5, Raggi ne, Mariani 4, Bessan 4, Liverani 19, Caccamo 8. All. Sanzani.

Arbitri: Macellaro e D’Angelo.

CRONACA E COMMENTO
Non riesce l’en plein ai Villanova Tigers che, nell’ultima giornata del girone di andata, cade tra le mura amiche contro l’AICS Forlì per 53-70, al termine di una gara sempre all’inseguimento.

Sin dall’avvio i forlivesi mettono le mani sul timone del match, con un Liverani imprendibile ed un Imperadori che fa male nel pitturato biancoverde. Il divario vola presto vicino alla doppia cifra e sono solo un paio di sortite di Serpieri a limitare i danni per i padroni di casa.

Nel secondo quarto, arriva finalmente la reazione dei Tigers: la difesa tiene botta, mente l’attacco inizia a girare, sull’asse Saccani-Giordani che pungono in avvicinamento e dall’arco. La bomba di Ambrassa riporta a contatto i suoi, ma Imperadori sulla sirena firma l’appoggio del 29-32 e di una gara comunque riaperta.

Al rientro dagli spogliatoi, però, c’è ancora più AICS che Tigers: Caccamo approfitta delle difese allegre per colpire e allargare nuovamente il divario, che i villanoviani cercano di contenere, nonostante le pessime percentuali sia al tiro che dalla lunetta. Al 30’ il tabellone recita un 41-46 che lascia aperte molte possibilità.

Nell’ultimo quarto, i Tigers esordiscono con un paio di difese buone, ma l’attacco non sferra il decisivo assalto. Così, dall’altra parte, la bomba di Ruffilli è il primo schiaffo, poi è un Naldi glaciale a chiudere la partita, consegnando una meritata vittoria ai suoi.

IL DOPOGARA
“Peccato, perché chiudere imbattuti il girone di andata sarebbe stato un bel traguardo che ci avrebbe aiutato a mettere in discesa la nostra classifica – ammette coach Valerio Rustignolipurtroppo, però, questa sera non abbiamo fatto davvero nulla per meritare la vittoria, fornendo una prestazione difensiva insufficiente e tirando malissimo sia dal campo che ai liberi. Sarà importante fare tesoro di questa esperienza e non ripetere gli errori commessi”.

Notizie correlate
Campionato Italiano Velocità

L’ELF CIV torna a Misano World Circuit

di Icaro Sport   
FOTO