Indietro
lunedì 8 marzo 2021
menu
Calcio C girone B

Punture di spillo: Podio e Contropodio dopo Sambenedettese-Rimini 1-0

In foto: Il contatto tra Rapisarda e Nava che determina il rigore per la Sambenedettese (ElevenSports)
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 16 dic 2018 18:20 ~ ultimo agg. 17 dic 16:05
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

PUNTURE DI SPILLO
di Nicola Strazzacapa

IL PODIO

1) Più cinque sulla zona rossa, meno tre su quella playoff: davvero da podio dopo l’ennesimo ko esterno c’è solamente la classifica. I 21 punti continuano ad essere un bel bottino in un campionato dall’equilibrio incredibile, dove tutti possono vincere e perdere con tutti e per fortuna si pareggia spesso. Un dato che rende meno amare anche le cadute. Provvidenza.

2) Fra le note liete ci sono anche le prestazioni discrete di un Simoncelli dimostratosi “duttilissimo” nello scalare dietro senza perdere efficacia offensiva (un po’ alla Cuadrado nella Juve), la conferma di Marchetti e la condizione fisica di un Arlotti tornato moto perpetuo. Con altre tre gare in nove giorni le alternative serviranno tutte, anche se l’atavica “allergia” da cambi del buon Leo continua, pur con cinque sostituzioni a disposizione e una batteria offensiva in panchina con cui dare ritmo in corsa a una squadra scesa comunque in campo nelle Marche con Simoncelli, Guiebre, Arlotti, Candido e Volpe tutti insieme. Rotazioni.

3) Sul terzo gradino del podio per una volta ci va la decisione di anticipare la partita con la Vis Pesaro alle 14.30: al di là delle comprensibili ragioni di ordine pubblico per una sfida a dir poco elettrica da “governare” al buio, giocare alle 20.30 del 23 dicembre non aiuta certo i muscoli degli atleti e l’accomodarsi su spalti scoperti e gelati… Ora niente più alibi, sabato serve un Neri pieno per una bella partita-festa di Natale. Buonsenso.

IL CONTROPODIO

1) Se Dottor Jekyll guarda quasi tutti dall’alto in basso (un hurrà sabato con la Vis Pesaro eguaglierebbe la marcia interna della Triestina che ha un turno casalingo in più), Mister Hyde continua invece a guardare tutti dal basso verso l’alto: il Rimini da trasferta ha infatti messo insieme solo tre punti in nove sfide, con sei ko (gli ultimi tre consecutivi) e appena tre pareggi. Solo il Gubbio è riuscito a fare peggio, ma quello biancorosso è davvero un cammino esterno da tregenda, visti gli appena quattro gol fatti e i ben sedici subiti. Si segna cioè meno di una volta ogni due partite e si parte praticamente con due gol sul groppone… “Romeo Neri” aiutaci tu!

2) Difficile tornare in Romagna con qualcosa in saccoccia con questa media realizzativa: con quella di San Benedetto diventano cinque le trasferte consecutive senza gol all’attivo. L’ultimo centro resta quello di Cecconi al 93’ a Imola, il gol inutile della bandiera, il 21 ottobre scorso. Tradotto, non si segna fuori da 450 minuti, un’eternità. E per trovare una rete utile alla causa bisogna addirittura tornare al 2-2 di Gorgonzola a inizio ottobre… Inoffensivi!

3) L’altra nota stonata è che spesso e volentieri ci si fa del male da soli: quella di San Benedetto pareva la classica gara da 0-0, le due squadre erano più attente a non scoprirsi che a cercare di far male all’avversario e mentre si guardava il cronometro avvicinarsi alla sempre temuta ma fino a ora benedetta zona Cesarini ecco il patatrac. Scottato forse da due mancate prese su altrettanti cross, Nava è rimasto incollato alla linea di porta ed è poi precipitato in ritardo sull’avanti marchigiano. Un’ingenuità, la sua prima in tre gare di belle prestazioni, non la prima invece del Rimini fuori casa, dove spesso e (mal)volentieri si prende gol troppo “facilmente”. La crescita passa però anche dagli errori, che devono aiutare a stare con i piedi ben saldi per terra: reagire e pedalare tutti insieme! Autolesionismi.

[fvplayer id=”15″]

I RISULTATI DELLA 17a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA NUOVA CLASSIFICA

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO
di Icaro Sport   
FOTO