Indietro
menu
L'arenile complicato

Concessioni. A Bellaria l'Amministrazione annuncia la svolta

In foto: la Riviera
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 22 dic 2018 13:12 ~ ultimo agg. 13:14
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
L’Amministrazione Comunale di Bellaria Igea Marina fa sapere di avere trovatola quadratura del cerchio per risolvere i problemi sulla questione concessioni che coinvolgevano gli operatori balenari cittadini. Una situazione più complessa rispetto alle altre località balneari della provincia, legata soprattutto a questioni di autorizzazioni delle opere sull’arenile.
E, in attesa di sviluppi a livello europeo, per il sindaco Enzo CeccarelliSul tema delle concessioni balneari, finisce l’era dell’incertezza e della precarietà, segnata da quei problemi che, sulla situazione dell’arenile, hanno determinato per Bellaria Igea Marina una complessità più profonda che altrove. Oggi i nostri operatori possono guardare al futuro, a partire dalla stagione 2019, con ottimismo e con la consapevolezza di un quadro normativo, nell’attesa degli auspicati sviluppi a livello di governo centrale, che gli consentirà di lavorare sulle nostre spiagge in piena legittimità”. L’annuncio all’indomani dell’incontro pubblico su concessioni balneari e turismo di giovedì sera al Palacongressi.
Nella serata il primo cittadino è intervenuto a fianco dell’Avvocato Maurizio Morri e del dirigente comunale Michele Bonito per ha illustrato “la lunga e complessa attività di ricerca e raccolta di documentazione storica, presso gli archivi del Comune e presso quelli della Cooperativa Bagnini, di cui l’Amministrazione Comunale si è presa carico e responsabilità, e che è stata condotta negli ultimi mesi dallo stesso Avv. Morri incaricato dall’Ente”. Raggiunto l’obiettivo, ovvero “superare la situazione di stallo all’origine di tanta criticità e incertezza, con gli stabilimenti balneari di Bellaria Igea Marina che, dal 2003, hanno avuto solo autorizzazioni “anno per anno”, e mettere finalmente gli operatori nelle condizioni di ritirare le concessioni.”
Dall’approfondimento condotto”, spiega il Sindaco, “sono nati indirizzi operativi ben chiari, che l’Amministrazione Comunale ha recepito con appositi atti e affidato agli uffici tecnici affinchè, sulla base degli atti di legittimazione messi in evidenza nel lavoro dell’Avv. Morri, gli operatori di spiaggia possano verificare l’effettivo stato dei luoghi e raggiungere il ritiro della concessione.”