domenica 20 gennaio 2019
di -   
lettura: 2 minuti 1.358 visite
ven 2 nov 2018 15:55 ~ ultimo agg. 3 nov 11:05
Print Friendly, PDF & Email
2 min 1.358
Print Friendly, PDF & Email

Aveva rapinato insieme a un complice un transessuale di origine tunisina  a Marebello nella notte tra il 17 e il 18 ottobre. Ora l’uomo, anche lui di origine tunisine, è stato individuato e fermato dagli agenti delle Volanti della Polizia.

Il transessuale si trovava fermo in strada in viale Regina Margherita, quando era stato avvicinato da un ragazzo di origine albanese. Questo, già noto al transessuale per il suo carattere violento, senza motivo lo aveva afferrato per il collo con un braccio, con l’altro lo aveva colpito con un pugno in testa. Con altri due – di origine tunisina – l’uomo aveva inseguito il ragazzo, che era fuggito in direzione Marina centro, colpendolo nuovamente, dopo averlo raggiunto, e derubandolo della borsetta.

Il rapinato si era quindi rivolto alla Polizia e aveva fornito una descrizione degli aggressori. L’albanese era stato individuato e fermato nel giro di poche ore da parte degli agenti, dopo un appostamento – durante il quale l’uomo aveva tentato la fuga – mentre alcuni soggetti, fermi davanti a un bar poco distante, avevano tirato delle bottiglie verso i poliziotti.  

Le indagini, per individuare gli altri aggressori, sono andate avanti e ieri, durante un controllo amministrativo in un hotel, gli agenti hanno individuato e fermato il tunisino che aveva strappato la borsa al transessuale: a incastrarlo, una cicatrice sotto l’occhio destro, descritta ai poliziotti dalla vittima. L’uomo, senza documenti, non era stato registrato nell’hotel. E’ risultato irregolare sul territorio ed è stato trasferito in carcere questa mattina, dopo la direttissima.

Guai anche per il titolare del bar da cui era partito il lancio di bottiglie verso i poliziotti, durante le indagini: dopo che la Divisione Amministrativa e sociale della Questura di Rimini, ne ha certificato la frequentazione da parte di persone con pregiudizi di polizia, il Questore di Rimini ha disposto la sospensione della licenza, con la chiusura del locale per 15 giorni, ai sensi del TULPS,

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna