lunedì 10 dicembre 2018
In foto: il manifesto di Marianna Balducci
di Redazione   
lettura: 5 minuti
ven 9 nov 2018 16:02 ~ ultimo agg. 16:53
Print Friendly, PDF & Email
5 min 141
Print Friendly, PDF & Email
Reading Time: 5 minutes

Quattro giorni di cinema, oltre 200 film selezionati tra i 1000 provenienti da tutto il mondo, anteprime ed eventi speciali. Torna il Festival Amarcort, dal 14 al 18 novembre con un’anteprima lunedì. Il festival torna con tanti appuntamenti confermando l’attenzione verso le nuove generazioni di registi indipendenti e la valorizzazione del cinema prodotto in Emilia-Romagna. Apertura del festival con la proiezione di “Roma” di Fellini: ospite della serata l’attore Peter Gonzales. Sabato 17 novembre serata speciale con l’attore Giorgio Colangeli e il fondatore dei “The Pills” Luca Vecchi. Eventi anche al Fulgor, ritrovata casa del cinema riminese che è anche il set del manifesto diseggnato da Marianna Balducci e della sigla realizzata da Carlo Cancellieri.

 

Il programma di Amarcort:

Nell’edizione 2018 le proiezioni dei corti, suddivisi per categoria, avverranno giornalmente dall’14 al 18 novembre alle ore 18 e alle ore 21 –  alla Cineteca Comunale di Rimini, al  Museo della Città, al Teatro degli Atti e al Cinema Tiberio – mentre la serata inaugurale della kermesse, in programma il 14 novembre alle ore 21 al Cinema Fulgor, vedrà la presenza dell’attore Peter Gonzales Falcon e la proiezione del film autobiografico di Fellini “Roma”. Gonzales, che nella pellicola interpreta il giovane Fellini, racconterà l’esperienza vissuta sul set, i ricordi e gli aneddoti del suo rapporto con il Maestro.

 DAL CORTO AL CINEMA
Ma il festival quest’anno aprirà i battenti qualche giorno prima per una speciale anteprima dedicata al nuovo cinema italiano. Lunedì 12 novembre alla Cineteca Comunale in presenza del regista Alessandro Tamburini e della attrice protagonista Anna Ferraioli Ravel sarà proiettato il film “Ci vuole un fisico”. Alla base della pellicola l’omonimo corto che aveva partecipato al concorso Amarcort nel 2013.

Ogni serata  dopo la proiezione dei corti finalisti spazio dunque al cinema italiano prodotto in Emilia- Romagna:  giovedì 15 novembre sarà presentato dal regista Kristian Gianfreda il trailer del film “Solo cose belle”, il film racconta la storia di una ragazza di un piccolo paese dell’entroterra che va a vivere in una casa famiglia dell’Associazione Papa Giovanni XXIII di Rimini, mentre venerdì 16 novembre sarà la volta dell’attore e produttore Piero Maggiò con il suo “Tutto Liscio” in uscita la prossima primavera. Film girato a Rimini e dintorni che vede tra i protagonisti Maria Grazia Cuccinotta.

Altra serata dedicata al cinema breve sarà quella di sabato 17 novembre quando al Teatro degli Atti arriveranno al Festival due ospiti speciali:  l’attore Giorgio Colangeli, interprete di tanti film e corti italiani e il regista, nonché ideatore e fondatore del trio di youtuber comici i The Pills, Luca Vecchi che presenteranno il loro cortometraggio “A Christmas Carol” vincitore di vari premi.

Durante la serata conclusiva di “Amarcort Film Festival”, in programma domenica 18 novembre al Teatro degli Atti alle ore 21.00, saranno invece proiettati e premiati i corti vincitori di ciascuna sezione.

IL CONCORSO

Cuore del festival è il concorso per contometraggi che si divide in 8 sezioni i cui nomi scelti richiamano alla memoria l’universo felliniano.

  • Amarcort è la sezione principale che prende il nome dal festival ed è dedicata ai cortometraggi italiani e stranieri.
  • Gradisca è la sezione dedicata a cortometraggi italiani e stranieri di ogni genere.
  • Per i cortometraggi italiani e stranieri appartenenti al genere animazione c’è la sezione denominata Rex.
  • Fulgor, dal nome dello storico cinema riminese che ha da poco riaperto i battenti e al quale è dedicata l’edizione 2018 del festival, comprende i cortometraggi  di ogni genere realizzati da registi emiliano – romagnoli.
  • Aldina è la sezione rivolta alle scuole di cinema.
  • Gironzalon invece dedicata ai cortometraggi sperimentali.
  • Altra importante sezione è quella dedicata alle sceneggiature inedite: “Grand Hotel”
  • Dall’anno scorso è stata aperta una sezione dal divertente nome, “Cantarel”, dedicata ai videoclip musicali.
  • Infine “Block notes” è la sezione riservata ai pitch per progetti di cortometraggio.

la presentazione

Il concorso rappresenta anche lo specchio della società contemporanea. Sono infatti tante le tematiche affrontate dagli autori dei corti partecipanti. “Quest’anno sicuramente il tema dei migranti e dei ragazzi di origine straniera, nati e cresciuti in Italia ma senza cittadinanza, è l’argomento che abbiamo ritrovato in diversi cortometraggi  – ha spiegato Simona Meriggi direttrice aristica del Festival – In generale comunque abbiamo trovato tante opere che si occupano di tematiche sociali.  Oggi c’è sicuramente meno commedia rispetto al passato e più racconto della realtà”

L’offerta proposta dal palinsesto di eventi di “Amarcort Film Festival” anche quest’anno non si limiterà alla sola visione dei cortometraggi e alla proclamazione dei vincitori.

“Amarcort in soli undici anni da semplice concorso dedicato ai corti è diventato un festival a tutti gli effetti trasformando il suo format.  – aggiunge Simona Meriggi – Abbiamo ricevuto più di 1000 corti da tutto il mondo e ne verranno proiettati più di 200. In più ospitiamo il Premio AFIC, competizione itinerante tra vari festival italiani. Un’altro importante appuntamento sarà l’allestimento di un’area riservata all’industria che permetterà di mettere in contatto i registi con eventuali produttori”

Spazio alle numerose e diverse attività, interamente dedicate a giovani registi e agli aspiranti produttori cinematografici: campus, workshop di settore, conferenze e tavole rotonde. Si parte mercoledì 14 novembre con un incontro sull’importanza delle Film Commission nella realizzazione di un film. (“Tutto liscio” di Piero Maggiò e “Solo cose belle” di Kristian Gianfreda), interverranno i due autori e Fabio Abagnato della Film Commission Emilia-Romagna.

Mentre giovedì 15 novembre focus sulla distribuzione, con i rappresentanti di alcune delle più importanti agenzie  europee come Premiere Film (Italia), Elenfant Distribution (Italia), Aughor (Germania), Salaud Morisset (Francia). Il fenomeno delle web series e la presentazione della serie 13/11 con la proiezione saranno invece gli argomenti affrontati Venerdì 16 con Alex Orlowski.

Non mancherà anche quest’anno il“Campus Emilia Romagna welcomes EU” dedicato ai giovani autori europei, che saranno coinvolti in un tour felliniano tra le strade e le piazze della città di Rimini, a cura di Nicola Bassano.

In più verrà ampliata l’offerta culturale, in collaborazione con Cartoon Club e la Cineteca di Rimini rivolta agli studenti del territorio: durante le mattinate gli alunni delle scuole elementari, medie e superiori  parteciperanno alla proiezione di una selezione di cortometraggi internazionali di animazione.

LA DEDICA

Ogni edizione è dedicata a un personaggio legato all’immaginario felliniano. Dopo aver celebrato Marcello Mastroianni nel 2016 e Tonino Guerra nel 2017 quest’anno a pochi mesi dalla riapertura il Festival vuole celebrare il Cinema Fulgor. Alla illustratrice riminese Marianna Balducci e al fotografo Fabio Gervasoni il compito di raccontare attraverso l’arte del disegno e della fotografia un Fellini bambino di fronte al grande schermo.

Anche la Video-Sigla, che apre e chiude le serate del festival, realizzata dal regista Carlo Cancellieri,  è un omaggio al cinema Fulgor. L’autore ha immaginato la prima esperienza da spettatore del piccolo Federico Fellini nel suo cinema per eccellenza, reso famoso dalle sue opere. Proprio in questo luogo si racconta che vide, come primo film, “Maciste all’inferno” di Guido Brignone, del 1926. Tramite questo aneddoto viene ripercorso un viaggio onirico nel mondo cinematografico Felliniano, visto attraverso gli occhi stupiti di un bambino che vive il cinema come un vero e proprio luna park.

 Amarcort Film Festival è un evento organizzato da SMArt Academy e SMArt Lab con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e del Comune di Rimini.

In collaborazione con Cartoon Club, Cineteca di Rimini, Cinema Fulgor, Cinema Tiberio, Teatro degli Atti, Museo della Città, Duomo Hotel, Grand Hotel, La Stamperia.

Con il sostegno di  Zelig, Camera di Commercio, Hera, Rimini Banca, Birra Amarcord, Pascucci,  Galvanina.  Media Partner: Link Rimini da Vivere e Corriere di Romagna

Altre notizie
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Rimini Rimini Social

The world is home

di Redazione
Notizie correlate
Rimini Rimini Social

Fare la differenza

di Redazione