martedì 18 dicembre 2018
In foto: il recupero dell'auto
di Redazione   
lettura: 1 minuto 3.930 visite
mar 20 nov 2018 14:26 ~ ultimo agg. 21 nov 12:46
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 3.930
Print Friendly, PDF & Email

E’ stata recuperata oggi al porto di Rimini una Fiat Punto grigia al cui interno c’era il corpo di una donna senza vita, sul sedile al posto di guida. Si trattava di Nadia Ferri, la donna riminese di 68 anni della quale non si avevano più notizie da diversi giorni. E la donna aveva lasciato un biglietto doveparlava appunto del Porto di Rimini: oggi è arrivato il via libera alle ricerche che hanno portato, intorno a mezzogiorno, a individuare l’auto a una profondità di circa tre metri sul lato di via Destra del Porto, all’altezza dei giardini dove la carreggiata si divide. Sul posto sono intervenuti i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, i Carabinieri, la Capitaneria di Porto e la Protezione Civile. L’auto è stata agganciata e tirata fuori dall’acqua con un’autogru intervenuta sul posto.

(video Adriapress)

La donna, impiegata in pensione che viveva da sola, era scomparsa nella notte tra il 9 e il 10 novembre. Era scomparsa anche la sua auto, oggi subito identificata dalla targa. Aveva lasciato i documenti e il cellulare nel suo appartamento. L’appello per le sue ricerche era stato lanciato sui social network dai familiari, preoccupati in particolare per il tenore del biglietto lasciato dalla donna, e poi rilanciato anche alla trasmissione “Chi l’ha visto”. In passato la Ferri era stata segretaria amministrativa del PCI provinciale di Rimini.

 

Notizie correlate
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna