mercoledì 16 gennaio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
gio 8 nov 2018 11:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Dopo i picchi estivi, calano le assunzioni programmate dalle imprese riminesi. Lo rilevano i dati diffusi dall’Osservatorio della Camera di Commercio. Nell’ultimo trimestre dell’anno sono 5.850 e ben 2.390 relative al solo mese di ottobre. 16 imprese su 100 hanno dichiarato di voler assumere e in particolare quelle del settore ‘Chimica e farmaceutica’, ‘Trasporti e logistica’ e ‘Media e comunicazione’. I profili più difficili da trovare sono nell’area tecnica/progettazione e in particolare i tecnici informatici e ingegneristici, mentre le figure più richieste sono ‘Cuochi e camerieri”, “Commessi” e “Personale non qualificato nei servizi di pulizia e alle persone’. I giovani under 30 rappresentano in provincia il 26% della domanda di lavoro e le maggiori richieste di giovani (oltre 40%) arrivano dall’area commerciale e di vendita. Gli impieghi sono prevalentemente alle dipendenze e a termine e le proposte arrivano da imprese con meno di 50 dipendenti del settore dei Servizi (dove spiccano alloggi e ristorazione, servizi alle persone e commercio). Restano purtroppo residuali sia la richiesta di laureati (appena il 12% a Rimini) sia quella di profili dirigenziali o altamente qualificati (17%). Dati ben al di sotto di quelli nazionali.

Altre notizie
di Simona Mulazzani
Notizie correlate
di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna