giovedì 13 dicembre 2018
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
sab 17 nov 2018 13:22 ~ ultimo agg. 18 nov 12:17
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 583
Print Friendly, PDF & Email

Le dimissioni polemiche del vicepresidente IEG Matteo Marzotto che ha lamentato divergenze di vedute col presidente Cagnoni e scarso rispetto per il socio di minoranza (vedi notizia), non hanno incrinato i rapporti istituzionali tra Rimini e Vicenza. “Proprio questa mattina – scrive il sindaco Andrea Gnassimi sono sentito con il sindaco di Vicenza Rucco. Mi trovo in piena sintonia con le sue parole quando afferma che non c’è alcun problema con Rimini. E, come gli ho ribadito, per Rimini non c’è alcun problema con Vicenza.
C’è stata e c’è piena sintonia istituzionale“.

Nessun tentennamento quindi sulla quotazione in borsa con l’iter che procederà come da programma. “La nostra parola d’ordine – prosegue Gnassi – è “ avanti !” con il processo di collocazione in Borsa di Italian Exhibition Group. Un processo complesso e articolato ma soprattutto ambizioso perché risponde all’esigenza del gruppo e dei territori di costituire un polo fieristico di valenza mondiale, attraverso una sinergia che oltrepassa i confini provinciali e regionali“.

Dal primo cittadino di Rimini arriva la “piena e totale fiducia nei confronti dell’intero management del gruppo. Anche in questo senso Rimini e Vicenza sono due città e due istituzioni che sul polo fieristico non hanno mai ragionato in termini di ruoli e carriere di questo o quello ma esclusivamente nell’interesse del gruppo e nell’attuazione del suo piano industriale“.

Altre notizie
Il Meeting presenta l'edizione 2019

Il Meeting verso i 40 con un avvicendamento

di Maurizio Ceccarini
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO