sabato 20 aprile 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
lun 12 nov 2018 13:03 ~ ultimo agg. 17:09
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Genitori e insegnanti della scuola primaria Rodari sono sul piede di guerra e contestano la riorganizzazione della rete scolastica studiata dal Comune che prevede la nascita di un istituto comprensivo formato appunto dalla Rodari e dalla scuola secondaria di primo grado Bertola. Se il progetto diventasse realtà, la Rodari verrebbe staccata dal circolo didattico sei. “In questo modo – spiegano genitori e insegnanti della scuola elementare in una lettera indirizzata all’assessore alla Scuola Mattia Morolli – la Rodari rimarrebbe isolata come plesso di scuola primaria e impossibilitata a condividere la programmazione educativa e didattica con tutte le scuole con le quali ha lavorato in tutti questi anni”. Non solo: “Verrebbe a mancare la continuità didattica verticale. Ai bambini, infatti, non verrebbe garantita la coerenza del percorso, come è stato finora. Infatti molti degli alunni della scuola Rodari provengono dalla scuola d’infanzia ‘Albero dei bambini’ che fa parte del circolo didattico 6”.

Genitori e insegnanti intravedono, dietro la proposta avanzata, “la volontà di salvaguardare la scuola secondaria di Bertola senza alcun rispetto per la Rodari, i cui alunni ed insegnanti vengono usati come un ‘rimedio’ per assicurare ad altri l’autonomia scolastica”. Sempre nella lettera di protesta, corredata da una raccolta firme, si fa notare che “il numero effettivo delle insegnanti della Rodari è di gran lunga inferiore al numero delle docenti delle Bertola: questa disparità creerà inevitabilmente svantaggi in sede di Collegio dei docenti, qualora dovessero essere votate importanti delibere”. Per di più “le insegnanti potrebbero perdere tutto il lavoro didattico pazientemente elaborato in questi anni e inserito nel sito del circolo didattico 6”. Da qui la richiesta di un tavolo di confronto con l’amministrazione comunale al più presto. 

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Maurizio Ceccarini   
Installazione in corso

Il nautofono torna sul porto

di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna