lunedì 18 febbraio 2019
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
gio 15 nov 2018 14:43 ~ ultimo agg. 14:48
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Saranno posizionate in luoghi sensibili della città, come l’area del Parco della Pace e Piazza Repubblica e saranno collegate al sistema centrale nazionale che controlla il passaggio di veicoli rubati, non assicurati, non revisionati, sospetti e segnalati. E’ la novità in arrivo a Cattolica: il progetto era previsto per il 2020 ma nei giorni scorsi è arrivata la notizia del cofinanziamento da parte dello Stato che ha spinto l’amministrazione ad accelerare i tempi per essere pronta nel 2019. La spesa è di 250mila euro e il Ministero dell’Interno finanzierà al 50% l’installazione, il resto le metterà il comune con soldi già a bilancio. “Il progetto presentato da Cattolica – fa sapere l’amministrazione – è risultato il primo tra quelli presentati dai comuni della provincia di Rimini”.

E previsto che una parte delle nuove telecamere venga collegata al Sistema centrale nazionale targhe e transiti (Scntt), il data base delle forze dell’ordine che da Napoli è attivo per il servizio di controllo dei veicoli circolanti rubati, non assicurati, non revisionati o comunque sospetti e segnalati. L’arrivo dei fondi fa seguito alla firma in Prefettura del “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” avvenuta lo scorso 30 giugno quale impegno di ambo le amministrazioni per l’adozione di strategie congiunte in tema di pubblica sicurezza.

Sono molto soddisfatto – commenta il Sindaco Mariano Gennariper questa notizia. L’implementazione del sistema di videosorveglianza sarà un ulteriore tassello per garantire la sicurezza sul nostro territorio oltre ad essere uno strumento utile alle nostre Forze dell’Ordine per le loro indagini nelle di attività di contrasto alla criminalità”.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna