martedì 22 gennaio 2019
di Redazione   
lettura: 1 minuto
sab 20 ott 2018 17:18 ~ ultimo agg. 17:19
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Continuano i disagi nel trasporto pubblico ma non arrivano risposte. A denunciarlo è Nicola Marcello di Forza Italia che sul tema ha presentato due interrogazioni in consiglio comunale a Rimini (alla quale si aggiunge quella in Regione del capogruppo degli azzurri Andrea Galli). Marcello racconta di nuove segnalazioni ricevute riguardanti la linea 160 (asse della Marecchiese) e la linea 7 (da Cerasolo al centro studi della Colonnella) dove alcune modifiche non previste degli orari hanno costretto alcuni studenti ad entrare alla seconda ora. Per non parlare del sottodimensionamento delle corse, dice, e del sovraffollamento dei bus. Marcello torna anche a criticare l’aumento dei prezzi degli abbonamenti Start legato al passaggio da 10 a 12 mesi. Passaggio che, secondo l’esponente di Forza Italia, dovrebbe essere facoltativo. “Inutile – scrive – fare un abbonamento annuale quando tante tratte in estate vengono soppresse, oppure non ci sono corse di ritorno da e verso le località della riviera. Intanto Start incassa l’ abbonamento annuale e continua ad aumentare gli utili, il servizio rimane scadente e si continua a far viaggiare gratis i soliti impunibili che non sono certo i ragazzini romagnoli”.
E la risposta arrivata dalla Regione? “Il solito giro di parole in cui i vari esponenti del PD se la suonano e se la cantano” conclude Marcello.


La risposta all’interrogazione in Regione

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna