domenica 16 dicembre 2018
In foto: l'interno del museo degli sguardi a Covignano
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
mer 10 ott 2018 14:14 ~ ultimo agg. 11 ott 12:28
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Un genio dalla grande molte costretto in una piccola lampada. Così l’assessore alle arti del comune di Rimini, Massimo Pulini, definisce la situazione attuale del Museo degli Sguardi nella sede di Covignano, accanto al Convento delle Grazie. E’ chiuso anche se contiene la quarta collezione a livello nazionale di opere extra europee frutto di donazioni da parte di Dinz Rialto, frati missionari e Canepa. Un patrimonio di manufatti provenienti da Africa, Oceania, America Precolombiana e Cina. 5000 oggetti, spesso richiesti in prestito da altri musei, che si trovano in deposito in attesa di una nuova sede. Il comune di Rimini l’ha individuata, quando saranno ultimati i lavori, nell’ala nuova del Museo della Città. “Vogliamo riportare in centro questo materiale – spiega Pulini – e ricongiungere così i patrimoni artistici e culturali della nostra città“. La tempistica del trasloco però è ancora da definire e per farlo, spiega lo stesso assessore, sarà anche necessario trovare professionisti con specifiche competenze su quella tipologia di opere.

Museo degli Sguardi traslocherà in centro. Nei suoi depositi 5mila opere

Intanto i riminesi potranno farsi una idea di cosa ospita il Museo degli Sguardi attraverso la mostra “Oltre gli Sguardi”, dall’11 ottobre al 25 novembre proprio al Museo della Città. In esposizione un migliaio di materiali provenienti dai depositi

Altre notizie
Santarcangelo premia l'attore

A Fabio De Luigi l'Arcangelo d'Oro

di Andrea Polazzi
Notizie correlate
Una vicenda che fa discutere

Arresti alla casa per anziani. I commenti

di Redazione
di Silvia Sanchini
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna