16 novembre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Legambiente: nessun passo indietro su blocco Euro4

AmbienteRegione

4 ottobre 2018, 16:59

Legambiente: nessun passo indietro su blocco Euro4

in foto: una manifestazione di Legambiente

Tra tante voci critiche sul provvedimento, Legambiente Emilia Romagna interviene invece per auspicare che dalla Regione non ci sia nessun passo indietro sul blocco dei diesel euro 4. Un messaggio rivolto in particolare ai consiglieri Pompignoli e Fabbri della Lega che hanno presentato specifiche proposte in assemblea.

“Nel bacino padano – ricorda Legambiente – l’inquinamento comporta un tasso elevato di decessi precoci e patologie di vario genere. Non si può dunque lanciare messaggi sbagliati rispetto alla gravità della situazione. Al contrario i consiglieri dovrebbero farsi portatori di proposte che rendano più efficace il provvedimento. Ci auguriamo che se il tema dovesse arrivare in aula, maggioranza e opposizione boccino ogni proposta di arretrare rispetto al blocco gli euro 4. Al contrario si metta da parte la contrapposizione politica e si lavori per migliorare gli effetti del provvedimento e la sua reale applicazione”.

Legambiente ricorda le proprie proposte già avanzate: sviluppare soluzioni che favoriscano l’efficienza e riducano il costo del trasporto collettivo almeno nel periodo invernale, durante il quale sono in vigore le limitazioni al traffico come sconti sul trasporto pubblico e tariffe uniche per le città capoluogo ed i rispettivi comuni di cintura. Con particolare attenzione alle fasce di reddito più basse. Garantire presenza e corretto funzionamento dei parcheggi scambiatori ai margini delle città con un adeguato collegamento di trasporto pubblico, per garantire un facile accesso in città senza utilizzare l’auto privata. Impegnare il Consiglio regionale nel chiedere al Ministro Costa che supporti il provvedimento dell’Emilia Romagna, il più avanzato del bacino padano, stanziando adeguate risorse per aiutare le famiglie e attivando davvero un coordinamento padano che finora è mancato.

Rispetto all’attuale deroga del blocco, generalizzata per portare i figli a scuola, Legambiente segnala che questa “andrebbe assolutamente eliminata, organizzando invece aree ZTL in concomitanza delle ore di accesso. Sono infatti le fasce più giovani quelle che per prime dovrebbero essere tutelate a livello sanitario”.

Infine Legambiente sottolinea come tali richieste siano state avanzate da tempo dall’associazione: ben prima che il blocco auto facesse arrivare il tema alla ribalta mediatica. Solo lo scorso giugno era stata proposta una mozione consigliare per ridurre il traffico in città, bocciata proprio la settimana scorsa anche dalle stesse forze che oggi vorrebbero eliminare il bando degli Euro 4.

Maurizio Ceccarini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454