giovedì 27 giugno 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 1.799 visite
lun 15 ott 2018 12:46 ~ ultimo agg. 16 ott 12:36
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 1.799
Print Friendly, PDF & Email

Un 41enne è stato arrestato nella notte dagli uomini delle Volanti della Questura di Rimini. L’accusa è di violenza sessuale, minacce e resistenza pubblico ufficiale.

L’allarme è scattato intorno alle 2 quando diversi residenti di via Teodorico hanno chiamato la Polizia per segnalare grida di richiesta di aiuto da parte di una donna provenire da un appartamento.

Intervenuti sul posto, i poliziotti hanno accertato che l’abitazione da dove provenivano le urla era stata affittata a un uomo originario di Melfi del 1977, il quale aveva già creato alcuni problemi con i vicini.

Visto che il campanello non funzionava, gli agenti hanno invitato più volte l’uomo ad aprire la porta mentre, dall’interno, si sentivano chiaramente ancora le richieste di aiuto della donna che implorava ad alta voce di non essere toccata e di volersene andare.

Mentre i poliziotti stavano per entrare nell’appartamento, il 41enne ha aperto la porta dicendo agli agenti di aver bevuto parecchio e di non essersi accorto del loro arrivo visto che era impegnato a fare l’amore con una sua amica. La donna è comparsa poco dopo, completamente vestita, ma in evidente stato di choc. Ha raccontato agli agenti di aver conosciuto il 41enne alcuni giorni prima. La serata, anche in compagnia di un amico dell’uomo, sarebbe trascorsa bevendo alcuni superalcolici e al termine il 41enne si sarebbe offerto di ospitare la ragazza, dormendo però ognuno nella propria stanza. Nei fatti però le cose sarebbero andate diversamente e l’uomo avrebbe mostrato subito chiari intenti sessuali nonostante il fermo no della ragazza. Dopo averla fatta accomodare in una stanza, il 41enne le sarebbe saltato addosso, palpeggiandola più volte nonostante il tentativo della donna di reagire.

Dal canto suo, l’uomo, ubriaco e malfermo sulle gambe, alle sollecitazioni degli agenti ha reagito con frasi volgari ed espliciti inviti ad andare via. Mentre i poliziotti cercavano di farlo salire in auto, il 41enne ha spintonato un agente provando ad accennare un vano tentativo di fuga. Non pago, in auto ha iniziato insultare gli operatori minacciandoli di morte se non l’avessero lasciato andare. “Voi due sapete già che farete una brutta fine – ha detto – ho amicizie pericolose che vi cercheranno“. E’ stato arrestato anche per resistenza e minacce a pubblico ufficiale.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna