giovedì 23 maggio 2019
di Andrea Polazzi   
lettura: 1 minuto
ven 19 ott 2018 15:48 ~ ultimo agg. 15:49
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La tassa di soggiorno a Rimini è destinata ad aumentare. Ancora l’entità è da definire (si parla di 50 centesimi per gli hotel dalle 3 stelle in su) ma la scelta è ormai presa. Ieri lo ha confermato alla  trasmissione Tempo Reale l’assessore al bilancio Gian Luca Brasini. “Ormai l’imposta la abbiamo e dobbiamo capire come viene investita – spiega Patrizia Rinaldis, presidente Aia Rimini, alla trasmissione di Icaro Tempo Realevorremmo ad esempio che fosse istituita una commissione (come accade in altri comuni) all’interno della quale poter interagire con l’amministrazione sulle scelte di spesa. Usiamoli per eventi che generano presenze e diamo un segno tangibile alle imprese turistiche di ciò che si fa con questa imposta.

Certo non posso dire che l’aumento ci piaccia – prosegue – abbiamo anche fatto presente in una lettera che probabilmente non era questo il momento per farlo. Ma la decisione ormai è stata presa. E c’è da dire che l’alternativa sarebbe stata l’aumento dell’Imu ancor più penalizzante per gli imprenditori.

Imposta soggiorno. Rinaldis (AIA): aumento non ci piace, vogliamo sapere come viene spesa

Altre notizie
di Redazione
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna