19 ottobre 2018

Hai visto il nuovo menu? Qui trovi i temi forti e le località!

Fabbrica del Ben-Essere a Rimini sud, firmato il protocollo

Fabbrica del Ben-Essere a Rimini sud, firmato il protocollo

in foto: la firma

Compie un passo avanti il progetto che vede coprotagoniste Azienda USL della Romagna, Università di Bologna e Comune di Rimini per la realizzazione degli obiettivi indicati nella definizione strategica di “FAIBENE- Fabbrica del Ben-Essere”. Punto centrale del progetto è l’area di Riminiterme, del talassoterapico e dell’ex Novarese, che dopo la transazione con Coopsette, a seguito della mancata realizzazione del Polo del benessere, torna disponibile per nuovi progetti. Questa mattina infatti il Direttore Marcello Tonini per Ausl, il Rettore Francesco Umbertini per l’Alma Mater Studiorum ed il Sindaco del Comune di Rimini Andrea Gnassi hanno sottoscritto ufficialmente il protocollo d’intesa per la definizione di iniziative comuni di attuazione delle linee strategiche di sviluppo del progetto.


La presentazione del progetto (A cura dell’Amministrazione Comunale)

Il progetto ha lo scopo di realizzare luoghi e servizi sanitari e socio sanitari con particolare sviluppo nel settore della prevenzione, della salute. Una destinazione che si allinea agli obiettivi del Piano Strategico della città e del suo territorio.

Il progetto  prevede da un lato nell’individuazione di una sede fisica orientata allo sviluppo dei temi della prevenzione e tutela della salute, cura del corpo e attività sportive, nonché a nuovi poli educativi nell’ambito dei corsi dell’area della medicina e delle scienze motorie, con sviluppo di progetti didattici e di ricerca sulla cultura del benessere; dall’altro, nella realizzazione di vbere e proprie stazioni urbane della salute e del benessere (health/welness urban station) nelle quali i fruitori possano praticare quotidianamente attività fisica e di prevenzione e al contempo accedere, attraverso tecnologia digitale e multitouch, all’insieme di informazioni personalizzate su salute, parametri vitali, esercizio fisico e sana alimentazione, integrate con altre funzioni.

Azienda USL della Romagna, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e Comune di Rimini con la firma di questo protocollo hanno così concordemente individuato quale collocazione congruente e strategica dell’investimento l’ambito di Rimini Sud – Miramare – “Area Riminiterme – Talassoterapico -Novarese”, collocato in una delle residue aree verdi prospicienti il mare, ricompresa tra la S.S.16 e il lungomare. L’area si trova infatti a 500mt dall’aeroporto e direttamente servita dal T.R.C. (trasporto rapido costiero) “METROMARE”, che collega la stazione ferroviaria di Rimini alla stazione ferroviaria di Riccione, in un contesto baricentrico tra le due città. Un ambito già storicamente destinato a funzioni legate al benessere in cui è collocata la ex Colonia Novarese, la quale, una volta ritornata nella disponibilità pubblica, potrà costituire l’elemento strutturale sul quale imperniare la concreta progettualità dell’investimento.

Dopo la firma del protocollo di quest’oggi la prossima scadenza operativa sarà quella del 31 gennaio prossimo, data in cui Azienda USL della Romagna, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e Comune di Rimini si impegnano a definire l’accordo attuattivo in cui saranno specificate le funzioni didattiche e sanitarie legate ai temi contenuti nell’accordo, che dovranno essere sviluppate nell’ambito del progetto; le esigenze strutturali e allocative connesse alle funzioni individuate; gli impegni economici che le singole istituzioni dovranno assumere, in relazione alle proprie competenze; le attività tecnico-amministrative che Ausl, Università e Comune si assumeranno nonché i relativi tempi di attuazione.

Passi per giungere alla concretizzazione di un’intesa capace di aprire ad opportunità di enorme interesse strategico per l’intero territorio, opportunità che non si esauriscono nel pur fondamentale ambito dei servizi sanitari e didattici, ma possono avere riflessi sullo sviluppo complessivo delle “prestazioni” offerte dai territori sia ai propri cittadini permanenti che, aspetto di particolare interesse per Rimini e tutto l’ambito romagnolo, a quelli temporanei.

Se infatti con Alma Mater Studiorum Università di Bologna è dagli anni ’90 che il Comune di Rimini è impegnato con il progetto “Cittadella Universitaria”, con Azienda USL della Romagna è attualmente in corso, nella prospettiva di un potenziamento e di una razionalizzazione dei servizi offerti nella quale la messa in gioco dei beni del patrimonio degli enti si declina in una loro valorizzazione anche sul piano delle funzioni e destinazioni, è attualmente in corso il progetto di scambio di beni di proprietà di Azienda USL e del Comune di Rimini, che coinvolge l’edificio ex Saub – edificio sede distrettuale di Rimini sud e aree confinanti con il presidio ospedaliero cittadino.

Un rapporto virtuoso tra le istituzioni che il Sindaco di Rimini ha ripreso poco dopo la firma in occasione del “Recruiting day: carriere nella moda”, l’evento che si è svolto nel nuovo Campus dell’Università del complesso del Leon Battista Alberti ideato per favorire il matching tra alcuni importanti brand della Moda e i laureati di tutti i Corsi di Studio dell’Università di Bologna. “Un altro pezzo di saperi, conoscenza, cultura su cui costruiamo il futuro e una prospettiva per la città di Rimini – ha detto il sindaco –. Un salto di qualità frutto di un rapporto virtuoso e di collaborazione tra tutte le istituzioni che operano per il bene di una comunità, capace di dare concretezza ad un percorso comune che dev’essere colta da tutti gli stakeholder per far crescere con la città le persone. E’ anche questa la sfida che ho voluto lanciare ai professori, agli studiosi, ai ragazzi del Recruting Day: pensare insieme, stimolarci, contaminarci, confrontarci sulla base di una città che per condurre il porto il cambiamento ha bisogno delle idee e delle conoscenze più innovative.”

Come noto sul protocollo d’intesa per la definizione delle iniziative comuni di attuazione delle linee strategiche di sviluppo nell’ambito territoriale già si espresse col voto favorevole della maggioranza  nel maggio scorso il Consiglio comunale subito dopo aver votato il via libera all’atto di transazione della Colonia Novarese con la società Coopsette.

 

Redazione Newsrimini

Contatta la Redazione di Newsrimini tramite redazione@newsrimini.it o su Twitter @newsrimini

© Riproduzione riservata

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla newsletter giornaliera

Sottoscrivi i nostri Feed

Dati Societari | Privacy | Redazione | Pubblicità | Cookies Policy

© Newsrimini.it 2014. Tutti i diritti sono riservati. Newsrimini.it è una testata registrata Reg. presso il tribunale di Rimini n.7/2003 del 07/05/2003,
P.IVA 01310450406
“newsrimini.it” è un marchio depositato con n° RN2013C000454