giovedì 27 giugno 2019
menu
In foto: Il tecnico del Cattolica, Alberto Angelini
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 27 ott 2018 09:42 ~ ultimo agg. 09:47
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Il 17 ottobre si sono affrontate in Coppa, stesso teatro, lo stadio “Calbi”. Finì 2-0 per i padroni di casa, con reti di Sylla e Protino. Cattolica e Cotignola si ritrovano faccia a faccia, questa volta per il campionato (si gioca la nona giornata, con calcio d’inizio domenica alle ore 14:30). I giallorossi sono reduci dall’inattesa sconfitta sul campo del Medicina, i gialloblu dalla meno difficile da pronosticare battuta d’arresto interna con la Virtus Castelfranco, il settimo K.O. su otto partite giocate in Eccellenza, con ancora uno zero nella casella vittorie e un solo punto in classifica, che relega i ravennati all’ultimo posto.

Con il tecnico del Cattolica, Alberto Angelini, partiamo dalla sconfitta di domenica scorsa.
“È stata una sconfitta brutta per com’è venuta perché nel momento in cui si è alzato l’agonismo della partita noi siamo venuti un po’ meno, questo non va bene perché anche quando i toni cominciano ad essere un po’ caldi dobbiamo restare in partita. Anche se va detto che l’arbitro ha permesso ai nostri avversari di fare un calcio ruvido. Poi, noi abbiamo le nostre responsabilità perché sia sul rigore che sul secondo gol preso avremmo potuto e dovuto fare meglio”.

Il Cotignola lo avete affrontato dieci giorni fa in Coppa Italia.
“Le partite di Coppa non sono mai così veritiere, anche perché si cerca di far giocare chi vede meno il campo la domenica. Quella di domani è una partita che temo moltissimo perché noi abbiamo un solo risultato a disposizione e quando sei obbligato a vincere tutto diventa più complicato. Dovremo essere bravi ad imporre il nostro gioco, a trovare i ritmi giusti e ad avere la giusta cattiveria sotto porta”.

Ancora sull’avversario.
“In Coppa mi hanno detto che a loro mancavano molti giocatori. Sono squadre che in ogni partita cercano di raccogliere qualcosa. Noi veniamo da una partita brutta, che abbiamo perso, e quando sei obbligato a vincere, e te lo impone la classifica perché in questo campionato basta perdere due partite per ritrovarsi in una brutta posizione, diventa sempre complicato, quindi dovremo essere molto bravi domani”.

Un nuovo infortunio in difesa.
“Purtroppo si è infortunato Tombari, vittima di un piccolo stiramento. Rientra dalla squalifica Casolla, che per noi è un giocatore importante, però ne perdiamo uno che è altrettanto importante. Staremo molto attenti nel recupero di Tombari perché per noi è un giocatore molto importante. Cercheremo di recuperarlo al cento per cento senza correre rischi”.

LA 9A GIORNATA DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE B E LA CLASSIFICA

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Roberto Bonfantini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna