martedì 15 gennaio 2019
In foto: l'arresto di Guerlin Butungu per lo stupro di Miramare.
di Redazione   
lettura: 1 minuto
ven 19 ott 2018 14:54 ~ ultimo agg. 20 ott 12:04
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Confermata in appello la condanna a 16 anni per Guerlin Butungu, il congolese ritenuto il capo del branco che la notte del 26 agosto 2017 a Miramare violentò una turista polacca e una transessuale peruviana. Butungu, presente oggi in aula, era l’unico maggiorenne del gruppo. Gli altri arrestati per la vicenda, due fratelli marocchini all’epoca di 15 e 17 anni e un nigeriano di 16, sono stati condannati a nove anni e otto mesi (sempre in secondo grado).

La sentenza è stata letta dalla Corte presieduta dal giudice Orazio Pescatore, che ha accolto la richiesta di conferma della decisione del primo grado, avanzata in aula dal pg Paolo Giovagnoli. “Siamo soddisfatti, è andata come doveva andare”, ha detto all’Ansa l’avvocato Maurizio Ghinelli, che difendeva i due giovani polacchi. Soddisfazione espressa anche dall’avvocato Enrico Graziosi, difensore della peruviana, presente in aula.

Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna