venerdì 18 gennaio 2019
In foto: I giocatori della Dany Riccione
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
lun 15 ott 2018 15:18 ~ ultimo agg. 15:19
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

PROGRESSO CASTELMAGGIORE-DANY DOLPHINS RICCIONE 73-77

IL TABELLINO
PROGRESSO: Cocchi 8, Pellegrino 8, Tolomelli 7, Giunchedi 6, Asciano 17, Chiusoli 2, Solmi 2, Roncorati, Fiorentini 7, Gambetti 5, Tinti 6, Marchetta 3. All. Baraldi.

DANY RICCIONE: Diagne 5, Medde 22, Pierucci 12, Puzalkov, Amadori 29, Chistè 2, Adduocchio, Serafini 2, Mazzotti 5, Carlini. All. Ferro.

ARBITRI: Belletti e Guizzardi di Bologna.

Parziali: 26-15, 46-30, 60-53.

CRONACA E COMMENTO
Una prodigiosa rimonta sul parquet di Castelmaggiore vale per la Dany Riccione la prima vittoria stagionale nel girone B di serie D regionale (73-77). Un’autentica impresa quella perfezionata dalla giovane squadra di coach Maurizio Ferro, capace di ribaltare nel secondo tempo una partita che sembrava ormai già avviata verso i titoli di coda. Il primo quarto infatti era andato in archivio con un poco promettente -11 (26-15), figlio probabilmente dello scotto patito in occasione del negativo esordio casalingo dei Dolphins contro il Welcome Bologna. E nemmeno il secondo periodo di gioco era servito per vedere una reazione da parte dei biancazzurri, con anzi i padroni di casa del Progresso a chiudere avanti di ben 16 lunghezze all’intervallo lungo. Ma quella che scende in campo nella ripresa è un’altra Dany. Coach Ferro carica la squadra che non guarda il tabellone e comincia a mettere sul parquet grinta, determinazione ma anche lucidità del far scorrere il pallone e nel bucare la retina avversaria. Un super Marco Amadori (29 punti con 5/6 da tre) ben spalleggiato da Medde (22 punti, 5/6 da due e 6/6 dalla lunetta) da un Alessio Mazzotti (2003) con gli occhi di tigre (7 rimbalzi e 5 recuperi) e Gianluca Pierucci (2000) trascinano i Dolphins che minuto dopo minuto fanno franare il terreno sotto i piedi dei padroni di casa. Fino a raggiungere il clamoroso pareggio a quota 53 che coincide anche con un leggero rilassamento psicologico: il Progresso infatti ne approfitta e scatta nuovamente avanti a +7 (60-53 alla penultima sirena). Il capolavoro Dany si conclude con un ultimo quarto dal parziale di 13-24, coronato da un finale thrilling che vede i glaciali Amadori e Medde glaciali dalla lunetta per i punti della vittoria. Una bella iniezione di fiducia per il nuovo progetto della società biancazzurra, tutto incentrato sui giovani: 6 giocatori con data di nascita dal 2000 fino al 2003.

Prossimo appuntamento sabato alle ore 21 alla palestra di via Forlimpopoli contro l’International Basket Imola.

Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna