sabato 19 ottobre 2019
menu
Nazionale Politica

Bando periferie. Decaro: da governo ancora parole ma servono fatti

In foto: il presidente Anci Decaro
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
ven 5 ott 2018 18:11 ~ ultimo agg. 20:16
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Sul bando periferie “Ancora una volta la disponibilità a risolvere il problema, assicurata a parole dal Governo, non trova riscontro nei fatti. Ma è arrivato il momento di concretizzare l’impegno. I fondi per le periferie devono essere restituiti”. Lo dichiara il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, al termine dell’incontro con il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, e i viceministri all’Economia Laura Castelli e Massimo Garavaglia, al quale ha partecipato con il vicepresidente vicario dell’associazione, Roberto Pella. Il bando, come noto, riguarda anche il finanziamento di 18 milioni per la riqualificazione di Rimini nord al momento in stand by.
“Durante l’incontro – riferisce Decaro – abbiamo registrato disponibilità. Tanto che abbiamo discusso della possibilità di finanziare anche quei Comuni che non hanno partecipato al ‘bando periferie’ ma hanno comunque bisogno di investire nelle zone in cui si concentra un maggior rischio per la sicurezza e la qualità della vita dei residenti”. “Adesso però le parole non bastano più. Noi – prosegue – aspetteremo fino al 18 ottobre, data in cui confidiamo di avere una risposta formale che consenta ai Comuni di continuare con i lavori programmati. Fino ad allora resta la rottura delle relazioni istituzionali: non partecipiamo alle riunioni della conferenza Unificata né della Stato-Città. Una rottura che ci costa ma che è inevitabile senza un atto concreto: un’intesa in Unificata o una norma all’interno di un decreto legge, che restituisca ai Comuni quelle risorse”.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Maurizio Ceccarini   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna