martedì 11 dicembre 2018
di Maurizio Ceccarini   
lettura: 2 minuti
gio 11 ott 2018 08:20 ~ ultimo agg. 16:01
Print Friendly, PDF & Email
2 min 384
Print Friendly, PDF & Email
Reading Time: 2 minutes

AIRiminum 2014 rinsalda i rapporti col mercato russo, che negli ultimi mesi ha vissuto un periodo delicato per le difficoltà che hanno coinvolto anche importanti tour operator. La società di gestione dell’Aeroporto di Rimini, durante il St. Petersburg International Economic Forum 2017 (SPIEF17), aveva già sottoscritto due importanti accordi strategici con le autorità governative del turismo e con l’aeroporto di San Pietroburgo.
L’obiettivo è quello di favorire l’incremento dei flussi turistici di cittadini russi verso il nostro Paese e, viceversa, di cittadini italiani verso la Russia.
Il primo accordo, sottoscritto con il Committee for tourism development of St. Petersburg (Committee) e con Northern Capital Gateway (NGC), la società di gestione dell’aeroporto di San Pietroburgo – ha lo scopo di incrementare i voli di linea tra San Pietroburgo e Rimini potenziando e intensificando la cooperazione tra aeroporti e il Governo di San Pietroburgo.
Il secondo, sottoscritto con il Saint-Petersburg City Tourist Information Bureau, si pone l’obiettivo di creare e sviluppare in Italia una rete di agenzie di promozione delle ricchezze turistiche e culturali di San Pietroburgo e promuoverla congiuntamente nei mercati internazionali del turismo.
L’accordo è stato presentato e ufficialmente firmato oggi, durante un convegno organizzato da Airiminum in occasione della giornata inaugurale del TTG, alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole e del Turismo Gian Marco Centinaio, l’Assessore al turismo della Regione Emilia Romagna Andrea Corsini, la Presidente di Airiminum Laura Fincato, con l’AD Leonardo Corbucci. Presente anche il Sindaco di Rimini e Presidente di Destinazione Romagna Andrea Gnassi.

Ha detto Gian Marco Centinaio, Ministro del Turismo e delle Politiche Agricole: “L’asse tra Italia e Russia è molto importante. Ricordo che è stato fatto un grande lavoro dai miei predecessori: esiste infatti un piano d’azione datato nel 2017 tra l’Italia e la Russia. Ora è importante incrementarlo per decongestionare il turismo che sceglie solo tre mete italiane: Roma, Venezia e Firenze. L’Italia è tanto altro. Massima la collaborazione da parte nostra verso operazioni di questo tipo”.
Andrea Corsini, Assessore al Turismo della Regione Emilia Romagna,ha confermato  “l’impegno della Regione nei confronti dell’Aeroporto di Rimini, perché diventi un hub strategico. L’importante accordo con San Pietroburgo è un segnale positivo e speriamo propulsivo per nuove rotte. La Regione inoltre sta mettendo appunto diverse iniziative per sostenere la riqualificazione nel nostro territorio perché diventi sempre più una cartolina. Inoltre vogliamo agevolare la crescita delle imprese turistiche. Per noi il turismo è una grande industria”
Laura Fincato, Presidente AIRiminum2014: ““Con questa giornata abbiamo voluto concretizzare un percorso già intrapreso. L’accordo con questa città d’arte, che oggi apre un suo ufficio turistico al Fellini è un ponte, un collegamento con Rimini che permetterà di promuovere sia la visita a San Pietroburgo ma anche valorizzare la Rimini non solo balneare”.

Altre notizie
di Redazione
VIDEO
di Roberto Bonfantini
VIDEO
Notizie correlate
di Redazione
VIDEO
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL METEO