Indietro
menu
Cronaca Rimini: notizie e Cronaca di Rimini e provincia Rimini

Manifesti con Mussolini in centro, condannato l'autore

In foto: un manifesto incriminato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
dom 2 set 2018 19:52 ~ ultimo agg. 3 set 12:40
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.279
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Davide Fabbri, 52enne forlivese detto “il Vikingo”, protagonista anche a Rimini di iniziative spesso poco convenzionali per le sue campagne, è stato condannato a sei mesi di reclusione con pena sospesa  per apologia di fascismo. Lo scorso 30 gennaio (vedi notizia) aveva affisso nel centro storico di Rimini manfiesti con l’immagine di Benito Mussolini e la scritta “Per un mondo più pulito torna in vita zio Benito”. Fabbri, che oggi ha pubblicato la sentenza datata 30 giugno sui suoi profili social, dovrà inoltre pagare una multa di 4.625 euro. Il gip ha applicato la legge Scelba (1952), che vieta la ricostituzione e la propaganda del partito fascista: con i manifesti, recita la sentenza, Fabbri “faceva propaganda per la ricstituzione del partito fascista”.  L’iniziativa dei manifesti (che non riportavano firme) fece notizia a Rimini anche perché arrivò poco dopo la vicenda del cartello “Arbeit macht frei” esposto in un’officina locale.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO